1978-2018 Fausto e Jaio 40 Anni Antifascisti

Quando:
18 marzo 2018@14:30
2018-03-18T14:30:00+01:00
2018-03-18T14:45:00+01:00
Dove:
Milano
Via Mancinelli

“Vorrei cercare di stare bene io e di far star bene la gente che mi circonda”.
Così rispondeva Jaio, durante la sua ultima estate, a uno di noi, riguardo la sua volontà di far politica dopo le vacanze.
Nonostante si fosse in pieno ’77, all’apice del movimento, già circolavano dubbi e voci di riflusso e quella risposta poteva sembrar esprimere un desiderio di “pre-pensionamento” dalla politica. Jaio, con Fausto e migliaia di altre persone, in realtà continuò anche dopo le vacanze a far politica fino a quel maledetto 18 marzo 1978. La risposta di Jaio riletta oggi ci sembra proprio una dichiarazione di volontà politica, forse quello che dovrebbe essere il seme della politica stessa.
I fascisti, dalla strage di piazza Fontana in poi, spesso con la collaborazione di apparati dello stato (volutamente minuscolo), seminavano, anziché politica, stragi volte a contrastare il desiderio di rinnovamento della parte più sana del paese.
Il terrore e la paura di allora li ritroviamo ancora oggi, diffuse sempre dalle stesse fonti; rivolte, in questo periodo di crisi del lavoro e disagio sociale, contro gli immigrati e i diversi. Tutto ciò mentre la ricchezza e le risorse vengono suddivise tra un numero sempre minore di persone.
I fascisti nel 1978 hanno ucciso Fausto e Jaio, due ragazzi come noi, non ancora maggiorenni. Essere antifascisti oggi significa, oltre che ricordare Fausto e Jaio, lottare contro le discriminazioni razziali, il machismo contro le donne e la prepotenza verso i diversi; significa combattere il populismo dilagante che porta a un inutile contrasto tra le parti più deboli della nostra società. I fascisti fiancheggiatori e fiancheggiati dalle nuove destre sono così viscidi e opportunisti da cercare da anni un’operazione di revisionismo storico.
Noi abbiamo la memoria e la consapevolezza che il fascismo non è un’opinione ma un crimine. Sono quarant’anni che ci sono stati strappati Fausto e Jaio, per quarant’anni siamo stati antifa. Continueremo a esserlo.
VOGLIAMO STARE BENE E FAR STARE BENE QUELLI CHE CI CIRCONDANO.

Associazione Familiari e Amici di Fausto e Jaio

La giornata sarà realizzata in collaborazione col Municipio 3.

Questo è il programma, ad oggi, in ordine sparso e assolutamente casuale… siamo in attese di conferme e a breve, ci saranno grandi sorprese…

In mattinata giochi di strada ai giardini Fausto e Iaio
(piazza Durante)

Dalle 14,30 alle 22 inoltrate, in via Mancinelli:

ADDICT AMEBA
afrocumbiabeat

RICKY GIANCO e GIANFRANCO MANFREDI

DOPOLAVORO STADERA

MAX COLLINI
(Offlaga Disco PaxSpartiti – Jukka Reverberi + Max Collini)

BRUCHERÒ NEI PASCOLI
Yoma & Casoretto hh

GANG & DANIELE BIACCHESSI
Radio Calibro 77

RAP CAVERNA POSSE
milano militant rap

CATERINA ANTOLA
Presidente Municipio 3

ROBERTO CENATI
Presidente A.N.P.I. provinciale Milano

FRANCESCO BARO BARILLI Mediattivista
Anteprima Fumetto su Fausto e Jaio

IVANO TAJETTI
Presidente A.N.P.I. Barona

BRUNO SEGALINI
Reading su Mamme Antifasciste

MEMORIA ANTIFASCISTA

TEMPI diVERSI
Spoken music

In caso di maltempo ci sposteremo all’Auditorium Stefano Cerri
in via Valvassori Peroni 56

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *