Presentazione Progetto 20K a Milano

Quando:
17 Giugno 2016@20:00
2016-06-17T20:00:00+02:00
2016-06-17T20:15:00+02:00
Dove:
Ri-Make
Via Astesani 47
Costo:
Gratuito

13413070_262996130726975_3101969223484963509_nPresentazione a Ri-Make del Progetto20K, una rete di solidarietà e aiuto concreto per intervenire sulla situazione di Ventimiglia, fornendo informazione e monitoraggio indipendente della situazione, prima accoglienza, assistenza sanitaria e legale ai profughi bloccati al confine.

★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★

IL PROGETTO 20K SI PROPONE DI ORGANIZZARE UN INTERVENTO A VENTIMIGLIA DURANTE L’ESTATE 2016.
GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO SONO:
– MONITORAGGIO INDIPENDENTE DELLA SITUAZIONE
– DIFFUSIONE DI INFORMAZIONI
– PRIMA ACCOGLIENZA
– ASSISTENZA LEGALE
– ASSISTENZA SANITARIA
QUALORA TU VOGLIA COLLABORARE AL PROGETTO O SEMPLICEMENTE AVERE PIÙ INFORMAZIONI IN MERITO:

PROGETTO20K@INVENTATI.ORG

★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★

L’anno scorso centinaia di profughi sono rimasti bloccati al confine italo-francese di Ventimiglia, parte del tragitto Lampedusa-Calais. Rifiutandosi di rimanere in Italia i migranti si sono scontrati con i confini chiusi dell’UE: per Bruxelles si può chiedere asilo politico solo nel paese membro UE di arrivo.
Per tutta l’estate 2015 si è creato un presidio spontaneo di migranti, aiutati da alcuni solidali del presidio No Border-Ventimiglia. I profughi rimanevano intenzionati ad attraversare il confine: per i più fortunati ciò è avvenuto solo eludendo i controlli, dopo vari respingimenti, o affidandosi ai “passuer”, controllati dalla criminalità organizzata, che offrivano un passaggio in Francia dietro compenso.
Se possibile, l’estate che sta arrivando si rivela ancora più drammatica: già migliaia i morti nel Mediterraneo, annegati mentre tentavano di raggiungere le coste europee, mentre i governi UE sono intenzionati a togliere “pressione ai confini” con rastrellamenti, trasferimenti ed espulsioni, che già creano tensioni nella cittadine ligure con continui sgomberi di accampamenti e fogli di via per i solidali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *