Consenso – Festival // 26-27-28 Ottobre @Zam

📆FESTIVAL SUL CONSENSO 26-27-28 Ottobre

‼️Parlare di consenso significa educarci al rispetto per tutte e tutti.
Parlare di consenso significa annientare quei tabù che prevedono che “gli uomini di certe cose non parlano”.
Parlare di consenso significa rendere consapevoli i e le giovani su cosa desiderano e vogliono.
Parlare di consenso significa saper accettare la volontĂ  altrui, e accettarla soprattutto quando contraria alla propria!
Parlare di consenso significa educarci al consenso!

Per questi motivi abbiamo pensato ad un festival nel quale saranno presenti diversi laboratori – organizzati da collettivi e singoli individui che si occupano di tematiche di genere – per approfondire a 360° gradi la tematica sperimentando punti di vista diversi, e dando la libertĂ  ad ogni singola persona di seguire l’attivitĂ  che preferisce in base alla propria sensibilitĂ .

Sabato 27 si svolgeranno i seguenti laboratori: 

📢 LABORATORIO 1
đź“ŤSabato 27/10
🕝 ore 14.30 / Zam

✊ “Le nuove forme della violenza maschile. Tra arcaicitĂ  e postmodernitĂ ”
Tenuto da: Iaia Caputo

Come ci viene narrata la violenza: la prevalenza della cronaca sull’analisi, il disconoscimento di un fenomeno allarmante derubricato sempre a “questione privata”.
Il copione sempre uguale del femminicidio e dello stalking: la reificazione delle donne, la libertà femminile come “affronto”.
“Gli uomini sono violenti”: le trappole culturali di questa visione, il giudizio di un maschile inevolvibile e la connivenza con i suoi aspetti più deteriori.
La medeizzazione della violenza maschile: quando i padri uccidono i figli.
L’incapacità degli uomini di interrogarsi sulla violenza come qualcosa che li riguarda.
Il silenzio degli uomini e la scorciatoia della violenza.


 

📢 LABORATORIO 2
đź“ŤSabato 27/10
🕝 ore 14.30 @ Zam

✊ Virgin & Martyr è un progetto di divulgazione, che promuove l’informazione chiara, aggiornata e inclusiva. L’obiettivo è quello di creare cultura riguardo il benessere fisico, mentale, sessuale e sociale, puntando a demolire i tabù e pregiudizi che circondano questi argomenti tramite approcci nuovi e positivi, alla portata di tutt*. 
Il nostro canale principale è @virginandmartyr su instagram, ma in occasione del Consenso_Festival, abbiamo deciso di proporre dei contenuti tangibili – sotto forma di poster e cartoline – con la collaborazione di alcuni artisti, perchĂ© possano essere toccati con mano, appesi ai muri, scambiati con gli amici e regalati agli sconosciuti, per contribuire a diffondere la cultura del consenso attraverso nuove prospettive.


📢 LABORATORIO 3
đź“ŤSabato 27/10
🕝 ore 14.30 @ Zam

✊ Ambrosia presenta
Dissenso, desideri e altri margini
She-bari: laboratorio di corde con-senso – a cura di Rachele Alchimia Costa

“Imparare è un’esperienza, tutto il resto è solo informazione” A. Einstein

Riconoscerci come esseri desideranti sarĂ  il primo passo di questo laboratorio esperienziale di rope bondage.

Con questa consapevolezza ci muoveremo alla ricerca dei nostri margini, verso quella linea di confine che definisce, in ogni aspetto, la separazione fra il “me “ e “l’altr*”; una linea dai contorni spesso sfumati , una linea in mutamento, una linea che a volte si fa fatica a tracciare e a riconoscere, in noi stess* e nell’altr*.

Su questa linea il dissenso. Su questa linea il consenso e il suo permanere. Oltre questa linea l’abuso.

E su questa linea, andremo a vivere, sperimentare, confrontarci, scontrarci con questi concetti.
Le corde saranno lo strumento che veicolerà l’esperienza dal piano astratto/intellettuale a quello fisico/esperienziale.

✏ Per partecipare a questo laboratorio è necessario iscriversi mandando una mail a ambrosia@grrlz.net.
——————————————————————————–

📢 LABORATORIO FINALE
📍 Sabato 27/10
🕝 Ore 17.00 @ Zam

✊ A cura di DeGenerAzione
“La Sveltina – Dialoghi sui generis” è un laboratorio che nasce dalla convinzione – ereditata dal movimento femminista degli anni ’70 – che il personale è politico.
Si tratta di un dialogo a due persone guidato da alcuni spunti riflessivi: ogni 5 minuti si cambierĂ  interlocutrice. Facendo emergere i propri vissuti, esperienze e idee riguardo al tema consenso, sarĂ  possibile entrare in contatto con altri punti di vista, altre storie, altri modi di vedere e interpretare le cose.
Riteniamo, infatti, che il punto di partenza per avvicinarci a una definizione condivisa di consenso sia l’incontro e l’ascolto – privi da ogni forma di giudizio – delle rappresentazioni altrui riguardo al tema che vogliamo affrontare: a questo proposito vi invitiamo a utilizzare uno stile comunicativo il più possibile non giudicante.
Il laboratorio si concluderĂ  con un momento collettivo in cui poterci confrontare in un contesto diverso da quello uno a uno.

Per partecipare ai laboratori è consigliato iscriversi mandando un messaggio privato alla pagina De Gener Azione e specificando a quale dei laboratori si desidera prender parte.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.