Proiezione “Clima e migrazioni” – 4 aprile @ LUMe

4 aprile, ore 21 @ LUMe, viale Vittorio Veneto 24.

Clima e migrazioni: due fenomeni che appaiono lontani ma che più vicini non potrebbero essere.

Nel Bangladesh delle perenni alluvioni la popolazione migra, costantemente, da un’isola di fango ad un’altra fino a che i più disperati finiscono in slums che ospitano fino a 3 milioni di persone, fuorilegge per governi che vedono negli sgomberi, violenti ed improvvisi, l’unica soluzione. I ghiacciai Himalayani si sciolgono, ingrossano i fiumi, alzano il livello del mare e le case vengono inghiottite dall’incedere lento ed inarrestabile del cambiamento climatico.

Haiti, flagellata da uragani, terremoti, alluvioni ed epidemie di colera, alla periferia del Capitale affronta l’esodo di una popolazione ormai sconfitta dalle avversità del territorio che ha sempre abitato. Gli Stati Uniti elaborano come unica risposta una frontiera militarizzata e criminalizzante, respingendo proprio quegli stessi haitiani che il cambiamento climatico non l’hanno causato ma lo subiscono.
Poi Mongolia, Siria, Congo, la Terra si ribella, le persone scappano da morte e devastazione.Il nostro compito è riflettere ed agire vedendo il problema per ciò che realmente è, un problema sistemico, la follia dello sviluppo infinito con risorse finite. Il neoliberismo ha messo al centro la competizione e la prevaricazione, una meritocrazia in cui le gare hanno sempre una linea d’arrivo ma mai una di partenza, il capitalismo continua a foraggiare questa cultura tossica tramite indicatori di benessere che troppo spesso definiscono il benessere dei pochi a discapito di quello dei molti.

Il pianeta è stanco e noi con lui.

Tre documentari, appositamente sottotitolati in italiano per questa serata, ci accompagneranno in un dibattito su queste ed altre tematiche a cavallo tra clima e migrazioni, ne discuteremo con Fuori Luogo, collettivo di ricerca militante composto da student* della facoltà di scienze politiche, economiche e sociali dell’Università statale di Milano, che in questo ambito ragiona e lavora da tempo. Unreported World: Bangladesh – The Drowning Country ci mostrerà gli effetti devastanti delle alluvioni in Bangladesh, Earth focus: climate migration ci racconterà le vite degl haitiani al confine con gli Stati Uniti e dei pastori mongoli costretti ad abbandonare le loro vite ed infine E-Waste Hell metterà sotto i riflettori le responsabilità dell’industria tecnologica nel pericoloso smaltimento di rifiuti in Ghana.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.