SUONO Urbano | Capitolo 0 “Non un passo indietro” – 10 Novembre @ ZAM

10 Novembre, ore 21 @ ZAM, Viale Vittorio Veneto 24.

SUONO URBANO | Capitolo 0 – Non un passo indietro

— it’s the song i hate! —

INGRESSO 3€
Che andranno a finanziare la creazione di una sala prove gratuita aperta a tutti.

Siamo contro l’omologazione della musica, la commercializzazione delle note e delle canzoni.
Siamo contro i guadagni di pochi con i loop fatti a computer, le voci stereotipate, i testi qualunquisti e ‘prevedibili.
Siamo contro il razzismo, il fascismo, il sessissmo.

Suono urbano è voglia di suonare musica alternativa e ribelle, cercando suoni diversi da quelli che tutti i giorni girano per radio e app.

Vogliamo separare completamente la nostra produzione artistica dall’aspettativa di diventare ricchi e famosi grazie alla musica.
Vogliamo trarre guadagno dalla qualità della musica, dalla capacità di mobilitare sentimenti in chi ci ascolta, non perchè ci siamo fatti convincere dal producer importante, piegati e convinti di suonare il
ritornello orecchiabile, fare l’accordo già sentito,cantare testo insulso e commerciale.

Questa è l’epoca dei talent show e dei reality, scimmie ammaestrate che in tv offrono drammi personali e improvvisazioni.
Sudore e fatica di anni ad imparare come suonare musica e attrezzature buttati davanti a 4 “giudici” per il godimento del pubblico pagante che guarda il saltimbanco di turno comodamente piazzato sul divano di casa, ovviamente previo bonifico a sky.

Il nostro giudice è il pubblico sotto al palco in ogni live. La nostra musica è fruibile gratuitamente.

Suoni luci, emozioni, la pressione cassa nel petto e la chitarra che taglia le orecchie.

SUONO URBANO FA VIVERE LA MUSICA DI PERSONA, non davanti alla televisione o nelle cuffie dell’ascolto autistico.

Per noi la musica deve essere originale e personale, prodotto unico della mente del musicista in relazione e rapporto con chi lo ascolta.
Superamento delle barriere tecniche e psicologiche dei singoli, espressione collettiva di intelligenza, di analisi, di poesia.

Siamo band giovanili di liceo, università, precari e disoccupati.
Siamo quartetti rock e duetti folk blues, sfondiamo le orecchie con la cassa dritta del punk e possiamo rappare sul cross-over.
Non ci sono limiti di genere, stile, forma. Conta solo il contenuto e la passione.

L’idea di fondo – arte e cultura non si fanno per i soldi – è la carica prima di ogni concerto.

Ci mettiamo la faccia e il corpo, il nostro cuore. Suoniamo con rabbia perchè questo mondo ci fa schifo e partecipiamo allo lotta con le nostre note per cambiarlo.
Sentirete forte il messaggio dai nostri ampli, muoverete la testa a ritmo seguendo la canzone.

SUONO URBANO – Musica ribelle!

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.