St. Ambroeus FC: cronaca parziale di una quasi vittoria

È domenica, e come ogni domenica il St. Ambroeus è sceso in campo a caccia dei tre punti per il – non ancora del tutto sfumato – sogno play-off. Contro il piccione gioca l’Atletico Milano Dragons, una delle squadre del gruppo di testa che da inizio campionato tende ad essere tra le prime tre posizioni del tabellone. La premessa prima di addentrarci nella pura cronaca sportiva è che nonostante la squadra, mister, tifosi e assistenti tecnici fossero al completo, gran parte della dirigenza per le più svariate e ingiustificabili ragioni era assente. Tra cui la persona che scrive questo post. Quanto segue è quindi frutto di un sofisticato collage di messagi audio e comunicazioni indecifrabili di persone che faticano ancora nel 2020 a usare il T9.
Passiamo alla partita, contro ogni aspettativa arriva subito il primo goal a nostro favore. A segnare è Rabiu, la nostra New Entry di questo calcio mercato invernale. Dopo aver ubriacato la difesa beffa il portiere con un pallonetto portando a casa un goal di pregevole fattura. Il primo tempo termina con una doppia ammonizione del nostro numero 7, lasciando quindi la squadra con un uomo in meno. All’inizio della ripresa subiamo la pressione degli avversari ma continuiamo a difendere il vantaggio anche grazie ad alcuni interventi decisivi del portiere. Quando mancava poco al triplice fischio finale e i più romantici pregustavano una vittoria dal sapore eroico, prendiamo prima un goal davvero stupido dovuto dalla poca concentrazione della difesa, e poi un altro goal altrettanto stupido che ci relega alla sconfitta. Abbiamo perso, poco male. I nostri avversari erano forti e hanno tenuto alto il pressing fino ai minuti finali. A questo punto ci starebbe una morale spiccia per concludere con un grande rilancio verso la prossima domenica o una frase da dirigente sportivo invasato tipo ” abbiamo la mente fissa sul match contro il Baggio”. Scegliete voi quella che più vi aggrada, l’importante è che veniate tutti sugli spalti alla prossima partita, i ragazzi ne hanno un gran bisogno per il – non ancora del tutto sfumato – sogno play-off.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.