Il duplice omicidio di Margno e la bestialità dei media mainstream

Ha suscitato polemica un titolo de “Il Mattino” di Napoli sulla tragica vicenda del padre di Margno che ha assassinato i due figli prima di togliersi la vita. A dire la verità “Il Mattino” è in buona compagnia nel “giustificare” tale violenza. Riprendiamo un comunicato di Non Una Di Meno Milano sulla vicenda.

Un padre strangola i due figli per “punire” la madre. Per Il Mattino è comunque colpa della madre. Anzi delle madri, anzi delle donne.

Il patriarcato uccide. Lo fa, anche, attraverso la costruzione dell’amore come possesso. E la narrazione tossica che ne fanno i media è complice.

I media svolgono un ruolo strategico nell’alimentare o contrastare la violenza maschile contro le donne. La narrazione mediatica della violenza informa la percezione collettiva, spesso interagendo anche con i meccanismi giudiziari, come denunciato da donne resistenti alla violenza che sono state ri-vittimizzate, violate e screditate dalle narrazioni mediatiche.

La violenza non è amore: occorre riconoscere la cultura sessista alla base della violenza smettendo di parlare di raptus, gelosia, delitto passionale, sovvertendo il frame dell’amore romantico e del conflitto di coppia.

#narrazionetossica
#liberedinarrarci
#abbiamounpiano

Non Una Di Meno Milano

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.