La valle resiste

La valle continua a resistere. E lo fa con tutti i mezzi, con tutte le forze.

Ieri è stata una grande giornata.

Migliaia di persone hanno nuovamente bloccatao l’autostrada A32. si sono fatti e fatte coraggio tra loro e hanno nuovamente tentato di bloccare la barbara opera che i poteri forti vogliono imporre.

Non bastano gli studi che dimostrano l’inutilità del tav, non basta la mobilitazione dell’Italia intera a sostegno della causa montana, una causa che ormai nessuno ha più difficoltà a dire, che parla di “vita”.

Non sono bastati i cortei accesi nè quelli più tranquilli.

No quest’opera “s’ha da fare”. Le tasche di chi ha venduto appalti, ha svenduto il territorio, le tasche dei falsi politici non possono rimanere vuote.

Per questo, dopo una giornata di grande resistenza e determinazione, questa notta le forze dell’ordine sono intervenute in maniere massiccia e brutale.

Già nei giorni scorsi si parlava di macchine dei No tav con  ivetri in frantumi. Ieri è stata la razzia: bar scassati, teste rotte, feriti, tanti feriti  tra i manifestanti, arresti, assalti.

Polizia e co. hanno selvaggiamente sgomberato l’autostrada.

La situzione è molto grave. la tensione è altissima. tutto quello che riesce a fare il governo è non mettere in discussione l’opera.

Tutto quello che fanno i quotidiani italiani più letti è parlare di agenti feriti e del fatto che il governo deve rispettare le decisioni prese dal parlamento.

siamo in un film. in uno di quei film che ti mostarno scenari lontani dal tuo. Sembra di guardare un documentario su un sistema dittatoriale distante dal nostro, dove i diritti sono sospesi, dove chi dice  “no” non è contemplato, nè ammesso.

Solo che le immagini della valle non sono in bianco e nero, nè si tingono di quel giallino tipico delle pellicole sudamericane. No. Siamo in Italia. siamo in Europa, in quell’unione che pare esistere solo per tenere su il sistema finanziario.

quando si parla di politica, di attenzione ai beni comuni, di welfare…l’europa non esiste, l’Italia non esiste.

oggi sarà unìaltra calda giornata, un’altra calda notte.

perchè la determinazione non è solo dei corrotti e degli speculatori.

Il popolo dei no tav resiste e resisterà.

Tag:

Una replica a “La valle resiste”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *