Stanno sgomberando Macao [Aggiornamenti in diretta]

Il sindaco Pisapia a Macao!Ascolta l’intervento di Giuliano Pisapia a Macao! Clicca qui per l’audio!!! (Grazie a Radiopopolare).

Guarda tutti i video dello sgombero di Macao nel nostro articolo: Dario Fo, Ministri, Punkreas, Don Colmegna…

Segui qui cosa succede a Macao oggi, mercoledì 16 maggio.

Qui il video dell’intervento di ieri del sindaco Pisapia a Macao.

Ore 20.50

Chiudiamo qui la diretta, salvo notizie di grande importanza. Ricordatevi, passate a Macao stasera, portate tende e candele! La cultura non si sgombera!

Ore 20.45

Mentre continuano i preparativi per passare la notte in Piazza Macao, è stato quasi terinato l’allestimento di un palco per questa sera!

Ore 20.15

Macao lancia la campagna “Portaci o prestaci la tua tenda” per passare la notte in Piazza Macao!

Ore 20.00

Ci si organizza per passare la notte in  Piazza Macao: portate tende e candele, venite in via Galvani! Sospesa l’assemblea per preparare il campo: Qui si va avanti tutta la notte!

Ore 19.45

Dall’assemblea di Macao :  Alcuni interventi ” giriamo i luoghi Dell arte a Milano facciamoci vedere contagiamo e contagiamoci” citate molte poesie.

Si susseguono gli interventi d  interventi lavoratori, precari e lavoratori dell’arte. In comune per tutti il coinvolgimento di Macao che sembra un risveglio, che convince e affascina la città.

Ore 19.35

In assemblea esprime la sua solidarietà anche l’Accademia di Brera “Noi siamo con voi”.

Ore 19.18

Pisapia se ne va ma ribadisce un percorso condiviso per cultura e spazi. Ricorda la frase: io amo la parola potere, ma odio il sostantivo potere.  Insieme possiamo fare molto. Parteciperò attivamente alla prossima assemblea, spero all’ansaldo.

“Sindaco dacci una mano!” Pisapia: “Ve l’ho data”

Pisapia saluta con l’invito a non fare “troppo casino” stasera… un velato invito a non tentare di rientrare nella torre.

Pisapia salendo in macchina “Ho fatto quello che dovevo fare“.

Gli aggiornamenti più vecchi e il dicorso di Pisapia continuano sotto la galleria

L’assemblea ha accolto con molta freddezza la proposta della ex Ansaldo.

Ore 19.10

Il Sindaco ha concluso il suo intervento, e rimane in assemblea ad ascoltare gli interventi.

Dall’assemblea Fumagallli di San Precario: “Da anni si procede alla svalutazione di tutto ciò che è cultura e scelta autonoma. Siamo vittime della ricattabilità degli spazi, del reddito, del lavoro.  E’ il riconoscimento della capacita di macao, siamo tutti sotto ricatto della espropriazione della nostra ricchezza, dobbiamo chiedere di più e anche la giunta deve avere più coraggio. Macao deve intervenire anche sugli aspetti che precedono la libertà culturale.alla giunta” ariamo un tavolo su tutti i diritti , macao non e il passato ma il presente ma deve essere anche il futuro”

Dall’assemblea: “A me hanno espropriato un pezzo di terreno per farci l’alta velocità,  pagandolo nulla, perchè era di privati ma serviva alla collettività. Anche questo palazzo è privato ma serve alla collettività! Perchè non fanno la stessa cosa?”

La risposta a Pisapia dei lavoratori dell’arte: ” L’amministrazione in dieci giorni poteva fare mille azioni in relazione a Macao. Macao proprio perché privata deve trasformarsi in collettiva”

Ore 18.57

Nessun bando avrebbe mai potuto rendere possibile Macao. Qui produciamo cultura come antidoto a tutto quello che ci impone il governo della finanza, espresso dalle orse dell’ordine stamattina.

Un ringraziamento speciale al benzinaio di fronte a Macao,  che ci sta facendo allacciare la corrente!

Ore 18.50

Parla Pisapia. Siamo in ritardo dopo 20 anni di malgoverno. Non è solo una questione spazi, ma la questione spazi è importante. Macao è una risposta all’incultura che si è vista di recente. Stiamo facendo un censimento di tutti gli spazi vuoti. Oggi in giunta ho voluto trovare una soluzione condivisa. Vogliamo dare a tutti quelli che hanno un progetto la possibilità di farlo diventare realtà.

Ho girato la città 3 giorni per cercare spazi alternativi a Macao. Mettiamo a disposizione di chi vuole creare cultura la ex Ansaldo di via Tortona. Ecco cos’è e dov’è esattamente l’Ansaldo di Via Tortona.

Gli spazi privati rimangono privati fino che non troveremo una nuova modalità di azione.

In città molte fiammelle spente dalle ordinanzedella giunta Moratti dichiarate incostituzionali.

Il sindaco chiude dicendo “Sono qui per ascoltare. Ho sognato e sogno spazi come macao.”

A chi gli chiede cosa fare della torre Galfa, risponde che il palazzo non è suo.

Vi avevo chiesto un anno fa di tirarmi per la giaccietta, lo avete fatto e sono venuto.

Ha anche detto che i grandi spazi sfitti devono essere messi a disposizone.

 

Ore 18.45

Al sindaco arriva un biglieto “Non ci deludere a un solo anno dalla tua elezione”. Pisapia legge, sorride e mette il biglietto in tasca.

Ore 18.40

Pisapia è appena arrivato a Macao e parlerà tra poco. Paarlerà in assemblea insieme a chi è  a Macao, questa non è una conferenza stampa! Parlano ora i ragazzi di Macao, che riassumono la situazone davanti al sindaco.

Macao ha sollevato problemi che vanno molto al di là della semplice questione spazi. Macao non è tre piani di una torre, Macao sono le persone, i tavoli, le attività che ora sono in Piazza Macao.

Ore 18.30

Basilio Rizzo “C’è una forte differenza tra la legalità formale della proprietà privata e la legalità sostanziale, che è anche necessità di spazi e “liberazione” di uno spazio vuoto”.

Assemblea in corso. Si mormora che potrebbe arrivare a breve il sindaco Pisapia con proposte alternative alla Torre Galfa!

C’è anche Omar Pedrini dei Timoria, che aveva un concerto programmato per la settimana prossima, e cita gli Area: “il mio mitra è un contrababsso che ti spara sulla faccia”.

Ore 17.55

Quattro (finti) cadaveri coperti da teli per rapresentare l’omicidio della cultura a Milano rappresentato da questo sgombero! Foto nella galleria! Intanto si monta un palco per il concerto di stasera.

Ore 17.35

Proseguono tutte le attività e le lezioni mentre la folla aumenta continuamente. Alle 18 nuova assemblea! La petizione a favore di Macao supera le 40.000 firme!

Ore 17.20

“Macao è quel che mi mancava per sentirmi orgoglioso di essere milanese” dice Manuel Agnelli degli Afterhours. “Servono spazi per una cultura diversa dalla  non-cultura che ci siamo sorbiti negli ultimi 20 anni”.

Anche i lavoratori della Jabil in piazza con Macao, insieme a rappresentanti della FIOM: “Sosteniamo le occupazioni e noi siamo in occupazione da dieci mesi in fabbrica!!!” Le foto degli operai Jabil e di Manuel Agnelli nella galleria qui sotto!

Ore 17.10

Dietro la protezione dellla polizia, un gruppo di operai sta bloccando tutte le entrate alla Torre Galfa. Intanto proseguono le lezioni e le attività in piazza Macao.

Ore 16.55

A Macao anche i ragazzi dell’ Accademia di Comunicazione di Milano e Marco Maccarini. Anche Dente è ancora con noi.

Ore 16.50

Lo sgombero della Torre Galfa è una sconfitta per Milano.

Macao ha dato a Milano molto di più di quanto avrebbe potuto togliere alla proprietà della Torre Galfa.
Non si può ridurre a questione di ordine pubblico una straordinaria prova di vitalità di un emergente e pacifico movimento culturale.

Macao ha detto, con una efficacia inaudita, che il re immobiliare è nudo.

Ad essere sconfitta dallo sgombero di oggi non è Macao, ma Milano, che ha perso un’occasione, speriamo non irripetibile, per far emergere un movimento culturale prezioso e gentile.

Certo che occupare una proprietà privata è illegale, ma perchè invece si considera legittimo il fatto che un palazzo di 30 piani venga abbandonato come un mucchio di rifiuti, per 16 anni, in mezzo a Milano?

 

Questa la sintesi di un dichiarazione congiunta di Damiano di Simine, presidente Legambiente Lombardia ed Emanuele Patti, presidente di Arci Milano

Ore 16.45

I ragazzi denunciati hanno nominato come avvoctao Mirko Mazzali, consigliere comunale di SeL.

Intanto a Palazzo Marino prosegue da 4 ore la riunione della giunta!

Ore 16.30

A Macao anche Manuel Agnelli (gli afterhours hanno tenuto un concerto venerdì) e Cochi!

Ore 16.15

Arrivano le dichiarazioni del segretario metropolitano del PD, Cornelli:

“Milano ha un enorme necessità di spazi per la cultura e il sindaco Giuliano Pisapia si sta impegnando per dare risposte in questo senso. Milano deve tornare una città che offre opportunità espressive e di svago e il caso della Torre Galfa deve fare riflettere. Esiste un bisogno diffuso che non può restare inascoltato. Si può fare cultura alternativa, creando opposizione culturale al pensiero unico e offrendo spunti di riflessione al mondo, anche attraverso la creazione di spazi concordati e studiati con le istituzioni o con i privati, senza le occupazioni abusive e rispettando la legge. I giovani milanesi sanno che ora possono contare su un’Amministrazione  che sta lavorando per aprire questa città al mondo e moltiplicare gli spazi culturali. Un percorso ancora in fieri che si sviluppa anche attraverso l’assegnazione di bandi e formule innovative che intrecciano esperienze pubbliche e private. Un percorso che intende rispettare la legge  permettendo la partecipazione di tutti alla vita della città”

Ore 16.10

In questo momento, le attività e le lezioni previste per oggi nella Torre continuano in strada. Tra gli altri, una lezione di Wu Ming 2 sull’autogestione e scrittura collettiva!

Ore 16.05

Anche Mangoni di Elio e le Storie Tese è a Macao! Non potev mancare Supegiovane!

Ore 15.55

Sembra stia arrivando un comunicato da parte di 15 consiglieri comunali, appartenenti alla maggiornaza, in cui si chiede alla proprietà di ritirare la querela sull’occupazione, in modo che non ci siano denunce per gli occupanti. Sono infatti state denunciate una decina di persone stamattina all’inizio del blitz.

Ore 15.30

Stasera venite a Macao e portate  candele!

Ore 15.25

Anche il Tacheles di Berlino porta la sua solidarietà a Macao!

“Chiunque abbia o abbia avuto a che fare con l’amministrazione della cultura italiana conosce perfettamente le regole per cui la probabilità, le cause, i legami d’amicizia se non di parentela, l’appartenenza a questa o a quella fazione, l’incontro in chat o l’ammiccamento su twitter dettino le leggi dell’assegnazione, solitamente a breve termine per i bene accompagnati, solitamente a molto lungo termine per chi non accompagnato ma con abbastanza costanza da perseguitare la causa, dei pochi (ma in realtà molti) fantomatici spazi “pubblici”.

Ore 15.05

Stasera si mangia a Macao tutti insieme in assemblea, portate quello che volete (particolarmente ben accette pasta e torte salate), preferibilmente anche piatti e posate! grazie (dal profilo facebook di Macao)

Ore 14.45

Siamo fuori dalla Torre? Bene, l’incorcio tra via Galvani e via Fara diventa Piazza Macao!

Ore 14.40

Dopo l’intervento del Teatro Garibaldi Aperto di Palermo, l’assemblea termina sulle note della Banda degli Ottoni che intonano Bella Ciao! prossima assemblea tra due ore, intanto musica e cibo!

Ore 14.20

Parla Fabrizio Pollio degli io?drama, che in questi giorni, anche stamattina, hanno portato la loro musica a Macao.

Ore 14.10

Stiamo qui sicuramente fino a stasera! Venite tutti!

Collegamento telefonico con i Sale Dock di Venezia: solidarietà e rilancio della necessità di protestare a Francoforte contro la BCE: le logiche di profitto che ci governano e quelle che sgomberano Macao sono le stesse!

La giunta comunale è in riunione dalle 12.30, si spera per trovare una soluzione per Macao.

Da un lato Macao, con le assemblee e la democrazia diretta, dall’altra le istituzioni che sgomberano.

Ore 13.45-14.10

Dall’assemblea: “Se non siamo più dentro la Torre è perchè abbiamo sollevato qualcosa di grosso, le nostre vite sono dominate da logiche finanziarie di mercato”

“Non ci stiamo piangendo addosso, siamo ancora capaci di ridere. Abbiamo accolto la Digos con il sorriso, manteniamo la lucidità e cerchiamo di capire come rispondere, quale sia il prossimo passo”.

“La torre siamo noi, è il nsotro insieme. Lo spazio ci è servito per trovarci e conoscerci, ora muoviamoci insieme. Macao risponde a necessità condivise da tutta la città!”

Riceviamo solidarietà da Londra, New York, Delhi, Mosca.,  direttori di Musei da Monaco, Ginevra, Argentina… il mondo sta con Macao!

Stamattina abbiamo visto molte persone poco “artistiche” che sono apparse a Macao… LA nostra forza è che nessuno, nemmeno noi, sa cosa succederà adesso, nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

Ore 13.40

In assmeblea la solidarietà della RSU Regione Lombradia. Il quartiere si sentiva orfano dell’Isola art center, Macao aveva riempito il vuoto.

I programmi della giornata di Macao continuano in strada, con tavoli e lezioni!

Ore 13.35

In assemblea, intervento telefonico dal Teatro Valle di Roma: “Cambiamo l’Italia,  noi non deleghiamo ci autodeterminiamo”

Ore 13.30

“Macao non è morto, ci siamo solo spostati in linea d’aria di 30 metri. Qua non si ferma niente, Macao non era la torre!”

Ore 13.25

Collegamento telefonico col Cinema Palazzo di Roma all’assemblea di Macao!

Ore 13:15

Assemblea partecipatissima! Parla Massimo de Vita delTeatro Officina: non è un’occupazione, è una dis-occupazione: abbiamo riempito uno spazio vuoto!

 Con diretta video sul Corriere.

Ore 13.10

L’assemblea è inziata, intanto i tavoli di lavoro proseguono in strada! Macao non si ferma…

Ore 13.05

Anche Dente arriva a Macao!

Sta per iniziare l’assemblea!

Dal blog di Stefano Boeri

“Governare una città complessa significa sapere che la scena creativa di una metropoli si rigenera anche grazie a luoghi non istituzionali e non codificati. Dai Garage di Silicon Valley ai muri di Soho, dai chioschi di Belgrado alle cantine di Tehran, la storia contemporanea delle nostre metropoli ci dice che la creatività ha bisogno di una grande libertà di azione e di pensiero. E che spesso questa libertà è possibile solo entro spazi informali e auto-organizzati. Non dimentichiamolo.”

Continuiamo a non capire quale sia il vero atteggimento di questa giunta su Macao, da una parte le belle parole, dall’altra il cordone di polizia…

Ore 13.00

Diversi uenti su Twitter fanno notare che vicino alla stazione centrale c’è un grattacielo simbolo dell’illegalità e dell’immoralità, ed è la sede della Regione.  Stanno sgomberando quello sbagliato…

Ore 12.50

All’una, tra dieci minuti, assemblea generale a Macao.

Ore 12.30

Le dichiarazioni alla stampa di Dario FO:

Chiudere Macao è l’espressione del disordine mentale che c’è in Italia, la classe dirigente è isolata, guarda questi ragazzi come sono civili, come sono armoniosi, guardali. La classe politica è alle corde, lo capisce ed ha paura perché sanno che domani potranno non esserci più. Questi ragazzi sono straordinari, ai miei tempi si cercava anche la rissa. Questi ragazzi non la cercano la rissa, vogliono solo esprimersi”.

Guarda il video di Dario Fo a Macao

Ore 12.25

Arriva in forze anche la Guardia di Finanza al presidio contro lo sgombero di Macao! La guardia di finanza che difende Ligresti???

Ore 12.15

Tantissima gente continua ad arrivare al presidio! Tutti a Macao! Tutti sotto la torre: “Siamo qua, stiamo qua… venite tutti qua!”

Ore 12.00

Tra gli artisti presenti, anche Punkreas e Ministri.

Ore 11.55

Dall’assemblea “Questo non è un grattacielo occupato da quattro sciagurati, questo è un grattacielo dei sogni voluto dalla città

Ore 11.50

Su Youreporter potete seguire la diretta video da Macao.

Ore 11.45

Gli Io?drama suonano per Macao davanti al cordone di polizia! Tutti al presidio! Foto nella galleria.

Ore 11.40

Seguite la diretta, ma non dimenticatevi che il presidio e l’assemblea continuano tutto il giorno: tutti a Macao oggi! Chiunque può, vada sotto la Torre!

Ore 11.15

I presidianti chiedono alle forse dell’ordine almeno un  metro di spazio tra il cordone e l’assemblea, per tranquillità e sicurezza.

Intanto da Facebook la presa di posizione del sindaco Pisapia:

“Ho sempre pensato che alla domanda di innovazione, cultura e partecipazione si risponde con il dialogo e il confronto. Gli sgomberi non danno una soluzione ma pongono ulteriori problemi.
Oggi ancora di più sento il dovere di dare una risposta positiva, nel rispetto delle regole, alla domanda che nasce dalla città di spazi per la cultura, la creatività e l’aggregazione giovanile. Alle ore 12:30 ho convocato per questo motivo una riunione con gli assessori che possono contribuire ad affrontare positivamente questo tema.”

"Gli sgomberi non danno una soluzione ma pongono ulteriori problemi." G. Pisapia.

Senz’altro tardiva, dopo le sue pilatesche dichiarazioni di ieri… Gli sgomberi non sono la soluzione, e allora perchè Macao è circondata da un cordone di polizia?

Ore 11.05

Dario Fo in assemblea:

“Quello che è successo a Macao è che un ricco aveva un pezzo di pane e non lo voleva, l’ha buttato per terra e gli ha tirato un calcio. Poi un povero ha preso quel pezzo di pane, e allora il ricco ha chiamato la polizia per farselo ridare”

Ore 10.55

Arriva anche Basilio Rizzo sotto la Torre Galfa (foto nella galleria)

Ore 10.50

In diretta dall’assemblea :”Il silenzio dell’amministrazione e’ un silenzio colpevole

 

Ore 10.30

L’assemblea lancia un presidio in Via Galvani, ai piedi della torre, per tutta la giornata di oggi!

“Siamo qua, stiamo qua… venite tutti qua!”

Ore 10.00

Anche Dario Fo e Antonello Patta portano solidarietà e partecipano all’assemblea! Guarda le foto nella gallery!

Il palzzo è circondato da un cordone di polizia, l’assemblea sta occupando tutta via Galvani.

Ore 9.40

Dal profilo Facebook di Macao, si invitano tutti quelli che possono a raggiungere la torre Galfa: è stata indetta un’assemblea permanente!

Ore 9.00

I cittadini che si stanno recando alla Torre Galfa sono sempre di più. In questo momento sono più di 200.

Le persone che sono state identificate sono una decina.

Ore 8.30

Decine e decine di sostenitori sono davanti alla Torre per manifestare la propria solidarietà a Macao.

Ore 8.00

In questo momento, alla torre Galfa sono presenti 50 tra poliziotti e carabinieri e uomini della Digos, distribuiti un po’ agli ingressi, un po’ all’interno dell’edificio.

La proprietà privata ha messo a disposizione un container per portare via ogni cosa introdotta nell’edificio dagli occupanti.

Gli occupanti chiedono garanzie sia per le persone, sia per le cose.

Ore 6.40

Polizia e carabinieri si presentano a Macao.

Entrano forzando con un piede di porco una delle porte, con grande velocità, dimostrando un’abilità che potrebbero utilizzare anche per le altre occupazioni in corso.

Si recano nell’area dove le persone stanno dormendo, le radunano e identificano.

 

Tag:

5 risposte a “Stanno sgomberando Macao [Aggiornamenti in diretta]”

  1. […] la diretta dello sgombero di Macao nel nsotro […]

  2. […] a Macao – VIDEO ShareTweetvar addthis_config = {"data_track_clickback":true};Nella lunga giornata di ieri, migliaia di persone sono passate da piazza Macao. Tra queste, insieme a musicisti e politici, […]

  3. startseite ha detto:

    Have you ever thought about including a little bit more than just
    your articles? Imean, what you say is important and everything.
    However think about iif you added some great graphics or vikdeo cliips tto give your posts more, “pop”!
    Yourr content is excellent but with pics and video clips, this website cluld
    undeniably be one of the most beneficial in its niche.

    Excellent blog!

  4. Mingaver ha detto:

    Egregio sig. Montone,
    che significa il suo commento del 24 maggio 2012 (ore 8:31) “Oggi Macao è come Zazà” ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.