Parco del Ticinello, aggiornamenti dopo la seconda Commissione

Ci teniamo a condividere il comunicato stampa delle realtà che stanno appoggiando la lotta per la preservazione del parco agricolo Ticinello, in cui si parla dell’esito della seconda Commissione congiunta tenutasi ieri pomeriggio.

Ieri pomeriggio è emersa in maniera evidente la visione dell’ecosistema portata avanti da diversi consiglieri comunali. Diversi interventi, infatti, si sono soffermati sull’idea che non si può “lasciare la natura a se stessa”, che “la natura esiste per essere regolata e celebrata dall’uomo”, che anche il parco Ticinello deve essere valorizzato. E come esempio di buona valorizzazione, si parla dell’area cani del parco Alessandrini.

A tal riguardo, vogliamo riportare due riflessioni:

-la prima è che, evidentemente, alcuni consiglieri non avevano idea di che cosa si stesse parlando, nè di che cosa fosse il Ticinello. Lo ricordiamo: non si tratta di un parchetto urbano dove costruire un’area cani, si parla di un delicato equilibrio tra l’ecosistema agricolo, la vegetazione spontanea e la biodiversità che vi ha trovato casa.
-la seconda nota riguarda quell’idea antropocentrica ed estrattivista per cui all’ecosistema non viene riconosciuto nessun valore se non quello che può esserne estratto per scopi umani.

Il parco, nel nostro caso, deve essere valorizzato, essere messo a valore per la specie umana (e, astraendo dalla specificità del Ticinello, solitamente si tratta di asservire la natura solo alla classe sociale più ricca). E’ così che si crea quel paradosso per cui si dice di voler attrarre visitatori nel parco (creando sentieri in calcestre, illuminazione artificiale, costruzioni atipiche, etc) ed al contempo è proprio questa antropizzazione del paesaggio che sconvolgerà tutto ciò che di naturale, spontaneo ed unico si vorrebbe che i visitatori vedessero.

Collettivo Zam

Di seguito, il comunicato stampa


PARCO AGRICOLO TICINELLO, ANNUNCIATO DAL COMUNE TAVOLO TECNICO SU CRITICHE ESPRESSE DALLA CITTADINANZA

La Commissione comunale congiunta Verde e Urbanistica sul Progetto Parco Agricolo Ticinello si è conclusa con l’impegno di aprire un tavolo tecnico con la presenza delle cittadine che hanno evidenziato le criticità.

Milano, 20 gennaio 2021. “Registriamo ed apprezziamo l’impegno del Comune ad aprire un tavolo tecnico con la partecipazione di cittadini per trovare alternative di progetto e soluzioni condivise in relazione alle criticità che abbiamo espresso. Criticità che riguardano da un lato l’identità agricola del parco, che non si esaurisce nel permanere fisico dei campi, dall’altra interventi che danneggerebbero l’ecosistema del parco, come materiali utilizzati per i sentieri, l’illuminazione, l’abbattimento degli alberi”, è il commento delle realtà che si stanno mobilitando sul Parco Agricolo Ticinello, in zona 5, a conclusione della commissione comunale congiunta del 19 gennaio.
“In sede di Commissione è stata riconosciuta la fondatezza delle criticità che abbiamo sollevato ed è stato preso l’impegno a valutarle in sede tecnica, anche in vista della modifica del progetto che, come ha fatto notare l’assessore Maran, è ancora in fase di definizione per il Lotto 2 e 3” – dichiarano le portavoci intervenute in Commissione (Chiara Buzzacchi, Marina De Lorenzo, Maria Gerli, Lucia Hollstegge, Anna Stefanelli). – “Ci è stato assicurato che verremo convocate dall’assessore e ci auguriamo che l’impegno sia mantenuto”.
La commissione era stata richiesta da Alberi e ambiente, Collettivo Zam, Comitato alberi per Milano, Comitato Difesa Ambiente zona 5, Legambiente Circolo Zanna Bianca, assieme alla Rete dei Comitati cittadini. Le contestazioni, espresse prima in una lettera inviata ai rappresentanti istituzionali e poi in Commissione, hanno raccolto di recente il sostegno della Lipu Milano (Lega italiana protezione uccelli) oltre che delle più di 6.000 persone che hanno firmato, in pochi giorni, la petizione online Salviamo il Ticinello, l’unico parco agricolo all’interno della città di Milano.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.