Ri-Make: “La notizia della nostra scomparsa è alquanto esagerata!”

Ad aprile scrivevamo dell’inedita (si fa per dire…) alleanza tra PD e Lega in Municipio 9 per chiedere lo sgombero dell’occupazione all’ex-liceo Omero. In questi mesi ci sono state delle evoluzioni. C’è stata la solita, sempre uguale a se stesse da circa 40 anni, raccolta di firme da parte dei consiglieri di destra della zona e il consueto riflesso pavloviano del PD che deve sempre dimostrare di essere più a destra della destra. Ecco il nuovo comunicato di Ri-Make.

Il Corriere della Sera edizione milanese di lunedì 16 settembre riporta alcune dichiarazioni dell’Assessore alla Mobilità Marco Granelli secondo il quale riguardo la demolizione dello stabile dell’ex-Liceo Omero «La decisione c’è. Come usare quello spazio sarà un tema di partecipazione dei cittadini, a partire dallo studio delle esigenze della popolazione e pensando i cambiamenti del quartiere», L’articolo segnala quindi che “Il Comune ha dato il via in questi giorni all’iter per il progetto di rimozione delle fibre artificiali vetrose (che nulla hanno a che fare con l’amianto, a differenza di quanto scrive il Corriere e che comunque non hanno nulla a che fare con la chiusura del Liceo, come sembra sostenere Granelli, NdR) e per la successiva demolizione dello stabile. «Ci vorranno però almeno due anni di tempo», dice Granelli, ma nel frattempo una parte degli spazi verrà riassegnata, attraverso un bando di affidamento temporaneo, a qualche associazione del quartiere. L’abbattimento sarà in ogni caso inserito nel piano triennale delle opere pubbliche e finanziato da Palazzo Marino”. E quindi “gli antagonisti ” se ne dovranno andare anche loro.
E così, è bastata una raccolta di firme da parte di consiglieri municipali di destra perché l’assessore Granelli – abitante in quartiere e ex-allievo del Liceo – mostrasse la consueta zelanteria caratteristica del suo partito, volendosi mostrare come quello che FA quello che la destra solamente chiede.

Ci chiediamo se gli assessori della Giunta milanese si parlino e se abbia un senso e un efficacia discutere con loro e fare proposte.
La rete di progetti che danno vita a Ri-Make ha avviato da tempo un percorso di discussione con diversi assessorati e ha presentato mesi fa una richiesta affinché lo spazio dell’ex-Omero – o almeno una parte – venga riconosciuto come #BeneComune, sulla base del regolamento approvato dal Consiglio Comunale di Milano. In base a quello stesso regolamento, il Comune di Milano deve rispondere a questa segnalazione e – se valutata positivamente questa ipotesi – aprire un percorso che porti alla firma di un patto di collaborazione per la gestione del bene. Non con gli occupanti, ma con chi parteciperà agli incontri istruttori che il Comune convocherebbe.
Granelli invece parla di bando, di associazioni ecc, senza minimamente tener conto della discussione e delle proposte in campo. Davvero un bel modo per dialogare con movimenti e gruppi di base. Tra l’altro chi è impegnato nello stabile sa bene che ci sono zone da mettere in sicurezza o riqualificare, e in parte già lo stanno facendo. Ben vengano quindi interventi in tal senso del Comune.
Chiediamo a questo punto un incontro formale alla Giunta di Milano nel suo insieme, per capire quali siano le intenzioni in merito all’ex Liceo Omero. Lo facciamo consapevoli di rappresentare una realtà riconosciuta da tante/i abitanti del quartiere e della zona che partecipano alle attività nello spazio e spesso se ne fanno dirette/i promotrici/promotori.
Non sarebbe un bell’esempio di dialogo e di un approccio diverso da quello mostrato dal Municipio 9 e dalla sua maggioranza che usa la richiesta ideologica e politica dello sgombero per motivi elettorali e di consenso?

Domenica 13 ottobre dalle 15.00 allo spazio #recuperato dell’ex-Liceo Omero terremo – come ogni seconda domenica del mese – un’assemblea aperta a tutte/i le/i cittadine/i per discutere del nostro progetto di riconoscimento dello spazio stesso come “bene comune”. Assemblea aperta anche alla presenza di eventuali assessori interessati e nostri vicini di casa.

Per sapere di più dell’assemblea ecco l’evento: Ri-Make bene comune: a chi può far bene l’ex Liceo Omero?

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.