Linguistico Manzoni – Studenti vs. Blocco Studentesco

Provocazione fascista davanti al Linguistico Manzoni.

Puntuali come l’influenza invernale i fascisti di Blocco Studentesco questa mattina si sono presentati davanti alla Manzoni nel tentativo di fare un po’ di propaganda e intimorire studentesse e studenti.

Ovviamente non è la prima volta che capita. Fatti simili negli ultimi anni sono accaduti davanti al Tenca, al Virgilio, al Classico Manzoni, al Vittorio Veneto e in tante altre scuole.

Ovviamente, visto il momento storico, i fascisti approfittano della tolleranza bonaria dell’attuale Ministro dell’Interno che andava a cena con i vertici di Casa Pound fino a qualche tempo fa per sviluppare al massimo la loro attività.

Gli studenti del linguistico non si sono fatti intimorire e per il 22 novembre lanciano un presidio antifascista.

Questo il loro comunicato:

Questa mattina, davanti a scuola, si sono presentati 15 membri di Blocco studentesco, un gruppo dichiaratamente fascista, muniti di volantini con principi anticostituzionali e discriminatori.
La reale intenzione di questo gruppo è risultata essere di intimidire gli studenti della nostra scuola, essendo loro provvisti di caschi e mazze negli zaini.
Noi non accettiamo che organizzazioni del genere facciano propaganda dinanzi a un luogo di cultura e formazione come la scuola.
Vogliamo ribadire che la nostra scuola è e sarà sempre antifascista, e non tollereremo mai che questo principio venga messo in discussione.
Vogliamo invitare tutti gli studenti a isolare questo gruppo, non prendendo i volantini da essi distribuiti e evitando qualsiasi contatto con loro.
Abbiamo organizzato un presidio antifascista davanti alla nostra scuola, seguito da un collettivo aperto, fissato per giovedì 22/11, per ribadire il nostro dissenso e render noto che noi non ci stiamo.
Organizzazioni del genere sono anti costituzionali, discriminatorie e con intenzioni violente.
Vi invitiamo a partecipare per esprimere con noi la nostra indignazione, e per intraprendere un percorso che allontani questa gente dalla nostra quotidianità.
Se li conosci li eviti, fuori i fascisti dalle scuole.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.