Per il quarto sciopero globale transfemminista!

Questa mattina ha avuto luogo presso la Stazione Centrale di Milano in piazza Duca d’Aosta la conferenza stampa di Non Una Di Meno Milano per il lancio dello sciopero globale transfemminista dell’8 e 9 marzo prossimi.

Vogliamo dare voce a tutte quelle donne che una voce non hanno più perché uccise dai propri compagni o mariti o ex-fidanzati. Sei casi in una sola settimana qui in italia. Nel mondo vengono uccise 137 donne ogni giorno.

Vogliamo dare voce a tutte quelle persone che subiscono violenza e oppressione a causa del loro orientamento sessuale non eteronormato. Sono già quattro i casi di aggressioni omotransfobiche nel primo mese e mezzo del 2020.

Vogliamo dare voce a tutti quei milioni di donne che ogni giorno, in casa, sul lavoro e per strada subiscono molestie sessuali.

Vogliamo dire basta al sistema patriarcale e sessista che relega le donne “a fare un passo indietro” rispetto agli uomini e le giudica in base alla propria libertà di scegliere cosa è giusto per la propria vita.

Scusate il disagio, ma ci stanno uccidendo, stuprando, molestando, sottopagando. Quindi noi ci fermiamo e scioperiamo e un giorno solo non ci basta: 8 e 9 marzo sciopero globale transfemminista!

Non Una Di Meno – Milano conferenza stampa E flash mob di blocco del traffico in Piazza Duca D'Aosta: "Scusate il disturbo, ci stanno ammazzando. Scusate il disturbo, stiamo scioperano!" verso 8 e 9 Marzo a Milano: sciopero transfemminista globale!*** A un mese esatto dall'8 marzo, diamo il via al countdown verso lo sciopero globale transfemminista dell '8 e 9 Marzo. Nel corso di una conferenza stampa partecipata abbiamo presentato le cifre della violenza sulle donne e di genere: un bollettino di guerra. Al termine abbiamo dato vita al flash mob "Scusate il disagio, ci stanno ammazzando": in un centinaio abbiamo sperimentato un piccolo assaggio dello sciopero, bloccando per qualche minuto la carreggiata davanti alla stazione centrale, da dove partirà la manifestazione cittadina dell'8 marzo. In direzione di automobilisti e passanti abbiamo mostrato cartelli con scritto: "scusate il disagio, ci stanno ammazzando, stuprando, torturando, sottopagnando molestando…".6 marzo h.9.30 largo cairoli corteo studentesco8 marzo h.14.30 piazza duca d'Aosta corteo cittadino9 marzo h.9.30 piazza Oberdan piazza dello sciopero ,parlare di sciopero, lavoro produttivo e riproduttivo e di cura. Ci stanno facendo arrabbiare.Per questo abbiamp bloccato la strada in segno di protesta.Se le Nostre vite non valgono noi sciopereremo e fermeremo tutto.

Gepostet von Non Una Di Meno – Milano am Samstag, 8. Februar 2020

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *