[DallaRete] Più di tremila bambini intrappolati a Yarmuk

UNRWA distributes food in Yarmouk refugee camp

Il 1 Aprile il campo profughi di Yarmuk, alle porte di Damasco, è stato invaso dagli uomini del gruppo Stato islamico che, con l’appoggio dei qaedisti del Fronte al nusra, ne controllano ormai il 90 per cento.

A loro si contrappongono principalmente i militanti palestinesi del gruppo Aknaf Bait al Maqdis e i ribelli dell’Esercito siriano libero.

  • L’aviazione militare di Damasco avrebbe bombardato il campo per fermare l’avanzata dei jihadisti.

Yarmuk, nato nel 1957 per ospitare i palestinesi profughi dalla Cisgiordania, è arrivato ad accogliere 150mila persone e viene considerata la capitale dei profughi palestinesi.

Ora ne sono rimaste 18mila, intrappolate nei combattimenti.

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha chiesto l’accesso all’interno dell’area per poter consegnare aiuti umanitari e garantire la protezione dei civili.

Secondo Save the children, a Yarmuk ci sono ancora almeno 3.500 minori e l’Unicef  denuncia che rischia di ripetersi “una nuova Srebrenica”.

Una delegazione palestinese sta cercando di mediare con Damasco l’invio di soccorsi agli abitanti del campo, ma prima è necessario fermare i bombardamenti.

http://www.internazionale.it/notizie/2015/04/08/piu-di-tremila-bambini-intrappolati-a-yarmuk

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.