Infranti i sogni leghisti: Magazzino 47 per sempre


mag47
image-49674

Il , lo storico centro sociale di Brescia, che dal 1993 ha preso casa in via industriale 10, da oggi, 16 Giugno 2017, è stato acquisito dall’associazione “15 novembre 1993” legata al centro sociale.

Minacciato più volte di sgombero negli anni, fu soprattutto durante la giunta comunale che al centro sociale fu “promessa” pubblicamente un’azione di forza per cancellare questo spazio: nel 2011, durante il governo congiunto Pdl-Lega Nord della città di Brescia, Fabio minacciò di “sfratto” il Magazzino 47, attraverso un comizio pubblico in piazza della Loggia insieme all’esponente della Lega Nord, Mario Borghezio.

In risposta a queste minacce gli attivisti e le attiviste del centro sociale diedero vita ad una campagna politica nell’autunno dello stesso anno: “Io voglio spazio. Difendo Magazzino 47” era il nome della campagna collettiva che dava risposta alle intimidazioni della giunta leghista e centro-destra di allora.

Una serie di iniziative, coerentemente con il nome della campagna, attraversarono quegli anni di lotta, come l’occupazione dell’Aler o le “taz” temporanee di due edifici durante il periodo natalizio, a dimostrazione del fatto che il Magazzino 47 sarebbe “rinato” ovunque, in caso del suo sgombero.

Questo intenso periodo di lotta da parte della grande comunità attorno al centro sociale, costrinse la giunta ad aprire un tavolo di trattativa: proposero infatti agli attivisti e alle attiviste l’acquisizione dello stabile di via Industriale 10, riconoscendo i lavori svolti dagli occupanti e le migliorie apportate. Da qui, una serie di assemblee, riflessioni politiche collettive, confronti e analisi di lettura della fase che si viveva, portarono alla decisione collettiva di acquisire lo stabile.

Con una serie di trattative, si giunge fino ad oggi: alla prima battuta nessuno si è presentato e alla seconda  questo venerdì 16 Giugno, l’associazione si è aggiudicata l’immobile ad un prezzo “politico” in quanto sono stati riconosciuti i lavori svolti nel corso degli anni.

Per sapere la sua storia e i motivi della decisione collettiva del suo acquisto, abbiamo intervistato due compagni del Magazzino, Maurizio Murari, storico occupante del centro sociale che si è occupato in questi anni delle trattative per l’acquisto, e Michele, attivista del centro sociale. Ascolta o Scarica.

da Radio Onda d’Urto

INFRANTI I SOGNI LEGHISTI: MAGAZZINO 47 PER SEMPRE

Pubblicato da Matteo, il 16 giugno 2017 alle 22:50

Speak Your Mind

*