Aggressione fascista al Berchet! E la Polizia sta a guardare…

Aggressione fascista mezz’ora fa al Berchet.

Al Liceo di Via della Commenda alle 12.30, orario d’uscita degli studenti, si sono presentati una quindicina di appartenenti a Forza Nuova tra i venti e i venticinque anni.

Il pretesto? Un volantino generico e farneticante sull’invasione di immigrati in Italia e la propaganda forzanovista come unica alternativa…ma al di là delle parole su carta i fatti, oggi come in altre occasioni, sono poi sempre gli stessi e si concludono sempre allo stesso modo.

Durante il volantinaggio molti studenti si sono rifiutati di prendere il volantino o lo gettavano immediatamente appena vista la firma fascista in fondo alla pagina; forse questo non è andato giù ai forzanovisti, forse semplicemente il volantinaggio era l’ennesimo pretesto per minacciare ed aggredire come avviane solitamente di fronte alle scuole, fatto sta che ad un certo punto i neofascisti hanno aggredito tutti assieme uno studente, apostrofandolo come “ebreo” e colpendolo con schiaffi e pugni.

Il ragazzo del Berchet se l’è cavata senza gravi danni anche grazie all’intervento di altri studenti, professori e bidelli della scuola che sono intervenuti a sua difesa.

Questa scena è durata di fatto pochi minuti, ma la presenza dei fascisti di Forza Nuova è durata almeno mezz’ora e soprattutto è proseguita con minacce ad altri studenti.

Tutto questo è avvenuto sotto gli occhi della Polizia che era presente davanti a scuola e non è intervenuta in alcun modo!

Difatti in mattinata alcuni agenti di Polizia erano passati a scuola per informarsi  sugli orari d’uscita degli studenti proprio perchè sapevano del volantinaggio neofascista di lì a poche ore. Tant’è che “improvvisamente”, tempestivi ma solo ad aggressione avvenuta, si sono palesati alcuni agenti in borghese che hanno chiesto i documenti al ragazzo aggredito e dopo un pò l’hanno portato in questura “per accertamenti”.

Nel frattempo, fuori da scuola, i forzanovisti erano ancora liberi di girare indisturbati al punto che si sono presentati nuovamente ad alcuni studenti coi loro modi di sempre: hanno minacciato alcuni ragazzi del Collettivo, affermando di essere a  conoscenza dell’identità del ragazzo da loro aggredito e  quindi minacciando ritorsioni (“lo andiamo a prendere a casa, sappiamo dove abita”) nel caso questo sporgesse denuncia.

Gli agenti di Polizia in borghese, ancora una volta, erano presenti e si sono ben guardati dall’intervenire in alcuno modo.

Questa la mera cronaca dei fatti, seeguiranno aggiornamenti.

 

Tag:

Una replica a “Aggressione fascista al Berchet! E la Polizia sta a guardare…”

  1. […] La polizia indaga, per leggere ulteriori informazioni di quanto successo ieri: https://milanoinmovimento.com/primo-piano/aggressione-fascista-al-berchet-e-la-polizia-sta-a-guardare. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *