Roma 19 Ottobre – La diretta

imaage_19o_square1-252x300
image-24080
Dopo il corteo di ieri del sindacalismo di base con acampada in Piazza San Giovanni, sfila oggi il corteo per il diritto all’abitare e la difesa dei territori che cercherà di raggiugere ed assediare il Ministero dell’ Economia, il Ministero delle Infrastrutture e la cassa Depositi e Prestiti. La città di Roma ha visto un crescendo di militarizzazione negli ultimi giorni con una campagna di stampa terroristica in vista della giornata del 19 Ottobre. Già ieri tensione al Pigneto con cariche dei Carabinieri all’interno del mercato di quartiere e numerosi fermi in giro per la città. Oggi giungono notizie di diversi fermi ed annesse perquisizioni di pullman provenienti un po’ da tutta Italia (compresi quelli da Milano). Tenteremo di tenervi costantemente aggiornati.

—–

La piazza continua ad essere presidiata da migliaia di persone.

19,38 Alcuni cassonetti rovesciati in strada in zona Porta Pia, ma situazione relativamente tranquilla.

Si parla di 11 fermati (da Infoaut).

19,05 In Viale Italia centinaia di famiglie delle occupazioni abitative romane cenano tranquillamente in strada.

18,43 Piantate diverse tende in Porta Pia.

Il Legal Team comunica che, allo stato attuale, non risulterebbero fermati (da Radio Onda d’Urto).

Corteo in Porta Pia. Alcune tende sono state piantate. Alto livello di militarizzazione.

18,33 L’Adnkronos parla di una decina di fermati.

18,28 Il corteo prosegue verso Porta Pia in un clima relativamente tranquillo (da una telefonata con un compagno del Lambretta).

Azione contro l’Ambasciata Tedesca di Via San Martino della Battaglia con torce e bombe carta (da Radio Onda d’Urto).

Lancio di bottiglie, bombe carta e fumogeni contro la sede di Trenitalia.

Lancio di bombe carta contro il Ministero delle Infrastrutture in Via Castro Pretorio.

18,11 Il corteo si è ricomposto e prosegue.

Un compagno di PT parla di 3 fermi da confermare.

Corteo spezzato in seguito ai caroselli delle Forze dell’Ordine. La parte di testa prosegue verso Via Goito. L’altra parte è per ora bloccata.

Carabinieri caricano il corteo da una via laterale.

Contro il Ministero dell’Economia lancio di petardi, fumogeni e uova.

17,31 Iniziato l’assedio al Ministero dell’Economia. Via XX Settembre fortemente militarizzata (anche nelle vie laterali).

Colpito da Anonymous anche il sito della Cassa Depositi e Prestiti (da Dinamopress).

17,19 Una compagna di Torchiera ci conferma un grosso spezzone per il diritto all’abitare. Lo spezzone NoExpo è andato a strutturarsi vicino ali spezzoni delle lotte territoriali.

Dietro lo schieramento di Polizia i fascisti da Casa Pound, evidentemente innervositi dai numeri della manifestazione, esibiscono caschi e bastoni.

Anonymous colpisce anche il sito della Corte dei Conti (da Dinamopress).

17,00 Testa del corteo in Repubblica e coda in Merulana. Numeri importanti.

Anonymous tira giù il sito del Ministero delle Infrastrutture (da Dinamopress).

Fascisti di Casa Pound allontanati con lancio di petardi e bottiglie.

Tensione davanti a Casa Pound all’Esquilino. La Polizia si frappone ed i fascisti si allontanano.

Costante e fastidiosa la presenza dell’elicottero sul corteo.

Ore 16,32 Una telefonata di un compagno di Zam ci conferma che i controlli ai caselli hanno un po’ intralciato lo spezzone NoExpo poiché una parte di compagni è arrivata in piazza prima ed un’altra dopo. Lo spezzone sta cercando di ricomporsi.

Il corteo sta sfilando davanti al Ministero delle Finanze. Moltissimi i migranti.

70.000 dicono alcuni media di movimento. 50.000 per la Questura di Roma (Radio Onda Rossa).

16,12 La testa del corteo è in Santa Maria Maggiore, mentre la coda lascia ora Piazza San Giovanni (da Dinamopress).

Molto alto il livello di militarizzazione della città e delle vie attorno al corteo.

Ore 15,56 Un compagno di Piano Terra al telefono racconta che il pullman NoExpo è stato tenuto fermo per più di 15 minuti con controlli molto accurati e documenti presi a coloro che venivano considerati i possesso di materiale ambiguo (!!!). I compagni del pullman NoExpo sono ancora in metropolitana nel tentativo di raggiungere il corteo.

Lo striscione d’apertura recita: “Una sola grande opera casa e reddito per tutti”.

Ore 15,38 Un compagno di Zam al telefono conferma il fermo di alcuni pullman da Milano con controlli più o meno lunghi. I milanesi hanno comunque raggiunto la piazza.

Ore 15 Il corteo inizia a muoversi, Presenti già almeno 20.000 persone. In testa i movimenti per il diritto all’abitare. Dietro lo spezzone delle lotte territoriali.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *