Sulle condanne del 14 Novembre 2012

 

imageC’eravamo tutti!

Era il 14 Novembre 2012 quando noi studenti, aderendo allo sciopero generale, scendemmo in piazza.

L’obbiettivo dichiarato e comune era di raggiungere il Palazzo delle Stelline, in corso Magenta, per contestare le misure di austerity e la BCE.

Un plotone di Polizia ci impedì il passaggio per corso Magenta e fu così che si verificò uno scontro violento tra manifestanti e Forze dell’Ordine.

L’unica cosa che riuscì a fermare il corteo dal raggiungere il palazzo fu il lancio di lacrimogeni al cs da parte della Polizia.

Quest’oggi, a distanza di due anni dalle perquisizioni scattate nei confronti di tre ragazzi minorenni e quattro maggiorenni, il processo istituito dalla Procura di Milano è andato a sentenza.

Noi ribadiamo che i sette processati non erano da soli in quella giornata di lotta. Tutto il corteo aveva lo stesso obbiettivo e manifestava con la stessa fermezza la volontà di raggiungerlo.

Ciò nonostante sono quei sette ragazzi, in particolare i quattro maggiorenni, che oggi sono costretti a pagare.

La sentenza condanna gli imputati dai 6 ai 9 mesi di carcere.

Ma noi ribadiamo che quel giorno non erano quei sette i colpevoli: dietro a quegli scudi, verso quel palazzo, con quelle rivendicazioni, con la stessa tenacia c’eravamo tutti.

Oggi l’abbiamo ribadito con la nostra presenza in aula.

Siamo tutti colpevoli, dietro a quegli scudi c’eravamo tutti!

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.