repressione

La Brigata Sanitaria Soccorso Rosso solidale col popolo Mapuche

4 Gen , 2021 - AMERICHE, INTERNAZIONALE

La Brigata Sanitaria Soccorso Rosso solidale col popolo Mapuche

La Brigata Soccorso Rosso saluta la Brigata Sanitaria Newen Mapuche, da mesi impegnata a tutelare la salute di chi continua a protestare contro il governo dittatoriale di Sebastian Piñera. Nonostante la vittoria del popolo cileno abbia imposto la sostituzione della costituzione scritta da Pinochet, dilaga la violenza e la repressione contro i manifestanti che continuano […]

CPR – Lacrimogeni a Ponte Galeria

1 Gen , 2021 - IN EVIDENZA, MIGRANTI, MOVIMENTI

CPR – Lacrimogeni a Ponte Galeria

Riprendiamo da LasciateCIE. In data 31 dicembre 2020, intorno alle ore 20.30 presso il CPR di Ponte Galeria, a causa di tentativo di fuga, un grosso contingente di Forze dell’Ordine è entrato nell’area maschile del CPR adoperando gas lacrimogeni. Che le persone che ci hanno contattato riferiscono di aver avuto problemi respiratori. Che tra i […]

Appello per l’immediata scarcerazione di Sama Abdulhadi

30 Dic , 2020 - INTERNAZIONALE, MEDIO ORIENTE

Appello per l’immediata scarcerazione di Sama Abdulhadi

Chiede l’immediato rilascio di Sama Abdulhadi [di seguito la versione inglese e araba]. Noi sottoscritti chiediamo l’immediato rilascio dell’artista e musicista palestinese Sama Abdulhadi, che è stata illegalmente arrestata dall’Autorità Palestinese il 27 dicembre 2020. Martedì 29 dicembre un giudice ha deciso di prolungare la sua detenzione per altri 15 giorni perché “la musica techno […]

Palestina – Arrestata Sama: liberatela subito!

29 Dic , 2020 - INTERNAZIONALE, MEDIO ORIENTE

Palestina – Arrestata Sama: liberatela subito!

La dj Sama’ Abdulhadi, nota tra le altre cose per essere la prima dj donna palestinese, è stata arrestata dall’Autorità Nazionale Palestinese (ANP) per aver suonato a un evento in un luogo sacro all’Islam nel deserto. Nabi Musa, a circa mezz’ora di auto da Gerusalemme, è il sito della sepoltura del profeta Mosè per la […]

La devastazione del Leoncavallo e il corteo dei 30mila del 23 dicembre ’95

23 Dic , 2020 - MILANO

La devastazione del Leoncavallo e il corteo dei 30mila del 23 dicembre ’95

A chiunque decida di ripercorrere la vita del Leoncavallo non può che balzare all’occhio, in modo evidente, come il mese di agosto abbia rappresentato una triste ricorrenza per la storia di questo spazio sociale milanese. Come nel 1989, con lo sgombero dalla sede storica avvenuto il 16 agosto, o il 9 agosto del 1994, con […]

NoTav e repressione: i numeri che spiegano come lo stato ha provato a piegare la Val Susa

22 Dic , 2020 - MOVIMENTI, REPRESSIONE

NoTav e repressione: i numeri che spiegano come lo stato ha provato a piegare la Val Susa

Riprendiamo qui di seguito un contributo a firma Alessandro Senaldi (Università degli Studi di Genova) pubblicato sul sito della rivista Studi sulla questione criminale. Lo studio di Senaldi ci pare particolarmente meritorio perché osa fare quello che dovrebbe essere stato il minimo sindacale da parte di giornalisti e accademici quando si parla di criminalizzazione del dissenso […]

Al maxiprocesso esce finalmente il caso della velocità e delle modalità dei processi contro i NoTav

20 Dic , 2020 - MOVIMENTI, REPRESSIONE

Al maxiprocesso esce finalmente il caso della velocità e delle modalità dei processi contro i NoTav

Nell’ultima udienza dell’appello bis del maxiprocesso contro i NoTav finalmente ha fatto notizia un fatto palese ma sempre osteggiato dalla corte e dalla Procura. E’ il giudizio e il metodo applicato nei processi NoTav ad essere ancora una volta messo in discussione grazie alle parole pronunciate da uno degli avvocati NoTav, che è stato denunciato […]

La musica che fa paura – Sulle condanne alla Banda degli Ottoni

16 Dic , 2020 - MILANO

La musica che fa paura – Sulle condanne alla Banda degli Ottoni

Ho avuto la fortuna di crescere con gli Ottoni a Scoppio, mio papà ne fa parte da tanti anni. Questo ha significato molte cose per me: avere l’Internazionale come colonna sonora per giocare e Bella Ciao come ninnananna in un certo senso ti condanna a vita. La notizia che due degli Ottoni sono stati condannati […]