Boys don’t cry_ Festival emancipazione al maschile

🔥Che cosa significa essere uomo? E cosa significa esserlo all’interno di una società patriarcale? Che cos’è la mascolinità tossica e la maschilità? Esiste solo un modello dominante di maschile? Quanta coscienza esiste in noi di questi modelli? Come si relaziona la mascolinità con il potere? E le emozioni?

Queste sono solo alcune delle domande che ci porremo all’interno di Boys Don’t Cry _ Festival emancipazione al maschile.

Il sottotitolo vuole provocatoriamente sollevare una questione: per potersi distanziare dal modello di “uomo”, inteso come agglomerato di stereotipi, modelli e comportamenti machisti e oppressivi, può attuarsi una emancipazione al “maschile”, oppure non può esistere “uomo” senza maschilismo?

❗❗ 9/10 novembre
🚩 Csoa Lambretta

❗ SABATO 9 NOVEMBRE

⏰ prima fascia 14.30 – 16.30

➝ //MASCHILITÀ’ TOSSICA by Rete jin//
La Jineoloji, la scienza delle donne, nasce dalla centralità che l’esperienza curda dà all’autodeterminazione della donna e dei generi oppressi. Il ragionamento che supporta questa scienza parte dalla riconsiderazione della differenziazione del “maschile” e del “femminile” come elementi portanti dei meccanismi che sottendono il reale. Questo laboratorio interattivo e dinamico propone un viaggio attraverso gli stereotipi che alimentano tali categorie per arrivare a definire insieme che cos’è la maschilità tossica e come riconcettualizzare il termine ” maschile”.

➝ //SESMASC by Sesfem//

⏰ seconda fascia 15.00 – 17.00

➝ //LABORATORIO SULLA MISOGINIA FROCIA by Le Indecorose//
Anche nella comunità LGBTQIAP+ vi sono dinamiche sessiste legate a una rappresentazione interiorizzata di cosa è maschilità e femminilità. Le donne e le soggettività percepite ” come femminee” sperimentano pratiche di discriminazione anche da parte di uomini cisgender di orientamento omo-bi-pansessuale. Questo laboratorio intende smascherare questi comportamenti attraverso la condivisione di esperienze dirette, il dialogo su queste tematiche per poi muoversi su una parte di rielaborazione interattiva.

➝ //PIACERE E TERRORE ANALE by Mauro Muscio//

⏰ terza fascia 17.30 – 19.30

➝ //PARTIRE DAL DESIDERIO by Maschile Plurale//
Com’è fatto il desiderio, in particolare quello maschile? Che lingua parla, di quali immaginari si costruisce? E’ questione soltanto privata, quasi segreta di ogni persona, o è una questione politica? Parliamone insieme!

♫ SERATA CON MUSICA DAL VIVO E DJ SET FINO A MEZZANOTTE ♫

❗ DOMENICA 10 NOVEMBRE

⏰ prima fascia 14.30 – 16.30

➝ //YOU&ME con Martina Tisato//

➝ //MANIFESTO ANTISESSISTA by Wissal//
E’ possibile una musica hip hop e rap graffiante e dirompente anche senza stereotipi di genere e sessismo? Com’è rappresentato un maschio “da rispettare” in questo genere musicale? Che ruolo gioca l’immagine del “maschio tipo” con la donna o altri generi discriminati? Come rivoluzionare il linguaggio sessista dell’hip hop e del rap esprimendo la stessa determinazione, cattiveria, rabbia, ribellione? Esploreremo il mondo del rap a 360°, ci addentreremo attraverso la musica e i videoclip nel mondo rivoluzionario del linguaggio, problematizzando il sessismo.

⏰ seconda fascia 15.00 – 17.00

➝ //GIOCO DELL’INTERSEZIONALITA’ by Le Indecorose//
L’intersezionalita’ è un concetto sviluppato alla fine degli anni 80 dall’attivista Afroamericana Kimberlè Crenshaw riguardo la discriminazione vissuta dalle donne nere che non si sentivano rappresentate né dalle lotte femministe prettamente bianche né dalle lotte dei neri prettamente maschi. Il gioco dell’intersezionalita’ nasce dal tentativo di comprendere questo fenomeno in maniera ludica. Ispirato al gioco dell’oca, i personaggi-pedine sviluppati dall’intersezione di categorie sociali quali genere, classe, razzializzazione, orientamento sessuale, presenza di disabilità, identità di genere, si muovono su un tabellone in cui incontrano situazioni di vita che attraversano tutti gli esseri umani. Chi riuscirà a proseguire, chi rimarrà fermo e chi invece tornerà indietro nella sperimentazione di diritti e privilegi?

➝ //SE SEI PORNO GODI SOLO A META’ by Gea Interscolastica//
Un laboratorio sul porno mainstream – frequentatissima ricerca su internet – usato regolarmente da gran parte degli adolescenti e non solo, ma che da un esempio di sessualità fortemente maschilista dove la finalità di un rapporto sessuale (che ha pochi se non nessun tratto in comune con il sesso nel mondo reale) è quello di far godere l’uomo tramite una penetrazione egregia, senza nessuna attenzione al piacere femminile o all’esplorazione/conoscenza dei corpi, che sono sempre o quasi perfetti per i canoni della società e che non mostrano alternative al binarismo.

⏰terza fascia 17.30 – 19.30

➝ //SVELTINA_DIALOGO SUI GENERIS + I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN PIAZZA by DeGenerAzione//
Un incontro nel quale non importano le etichette sociali ma la tua essenza personale.
Il laboratorio assumerà la forma di uno speed dating, in cui sarà possibile confrontarsi in un dialogo intimo guidati da alcune domande.
Ogni coppia avrà uno spazio di qualche minuto per parlare, dopodiché a turno si cambierà interlocutore/interlocutrice.
Non aver paura di non avere basi teoriche o argomenti interessanti, si parlerà di esperienze di vita: ogni persona ha un punto di vista unico e prezioso!
“Per un piacere veloce, ma intenso per entrambi!”

BANCHETTI

⚧ MAGLIETTE E BORSE BY DEGENERAZIONE
(sabato e domenica)

✎ LIBRI, TESTI, RIVISTE E DVD AD HOC BY LIBRERIA ANTIGONE (sabato e domenica)

❀ INFORMAZIONI E QUESTIONARIO SULLE MTS BY UEMMEG (sabato)

VI ASPETTIAMO NUMEROS*!!!!

DeGenerAzione

Tag:

Una replica a “Boys don’t cry_ Festival emancipazione al maschile”

  1. Patrizia ha detto:

    Siete grandi ragazz*. Verrò di sicuro. Bisogna iscriversi da qche parte?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *