Nessuno sgombero per il Lambretta – Solidarietà dai Comitati No Tem

Nessuno sgombero per il Lambretta!

Il movimento no tem esprime solidarietà agli occupanti del lambretta.

Aler e regione Lombardia, senza alcun motivo valido, vogliono interrompere quest’esperienza di socialità nata in piazza Ferravilla.

Come gli occupanti hanno evidenziato più volte, le villette erano il ritrovo di spacciatori e delinquenti che utilizzavano le palazzine come fortino. I ragazz del collettivo, con il loro impegno, hanno dimostrato che anche i posti più degradati possono rivivere e diventare un BENE COMUNE da condividere.

Vogliamo ringraziare vivamente il collettivo Lambretta per la sua vicinanza e sostegno al movimento No Tem. I luoghi, i territori, sono delle comunità che li vivono, diventano beni comuni quando creano socialità a condivisione di sapere e di pratiche.

La regione Lombardia, con a capo l’indagato presidente Formigoni, giornalmente supporta azioni politiche ed economiche che vanno a distruggere comunità territoriali e spazi di socialità condivisi. Devastano i nostri territori in accordo con banche, contractor (Impregilo e CmC) e criminalità organizzata; allo stesso modo sgomberano luoghi riaperti alla cittadinanza.

Una sottile linea collega tutto questo, la loro idea di città metropolitana, la loro idea di città VETRINA, il loro voler salvare a tutti i costi un progetto che si dichiarava fallimentare fin dall’inizio, e che ha un nome ben preciso: EXPO.

De chi se pasa no!

Coordinamento dei comitati No Tem

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.