Il “Gioco” dell’O.c.a. continua

imgres-300x165Il gioco dell’OCA….no non è un gioco è l’affair legato alla folle gestione delle officine ex Ansaldo da parte dell’amministrazione comunale di Milano.
La storia dell’Oca la sappiamo tutti e non andiamo ancora ad indagarla nella fase storica. Parliamo di oggi. Oggi all’oca ci sono solo dei fantomatici lavori, lavori che dovrebbe finire entro dicembre e poi in primavera un nuovo “meraviglioso” bando assegnerà gli stabili di via Tortona.

E intanto? Mentre il comune guadagna sempre più tempo per definire il futuro degli stabili che fino a Luglio erano dati in assegnazione a Barley Arts, chi ha bisogno di spazi per produrre cultura e lavorare non può aspettare, e agisce.

Club 2.0 (rete di 8 associazioni che vivevano l’ex ansaldo come volontari e tirocinanti) aveva occupato per due giorni l’ex oca. I contatti con il comune avevano fatto si che uscissero ma potessero utilizzare altri spazi del comune per una serie di iniziative già programmate. La fabbrica del Vapore ne ha ospitata una, e poi ancora vuoto e silenzio.

Per 3 giorni nel week dei Morti Club 2.0 ha organizzato un’iniziativa e voleva farla in via Tortona. Lo spazio non era disponibile, il comune ha messo in campo una buona parte della sua forza per far desistere gli organizzatori e così un nuovo spazio in città ha iniziato a vivere, uno spazio del comune il quale dovrebbe (come sempre dovrebbe) essere messo a bando per attività aggregative e culturali ma anche di questo non si sanno tempi e modalità, questo spazio è in via Toscana 31.

Abbiamo incontrato Tommaso e Fabio e abbiamo scambiato un pò di parole con loro sulla loro esperienza, la formula dei bandi e l’expo, ecco qui il risultato.

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.