RAVE…CUSAGO UN MESE DOPO

E’ ormai passato un mese dai fatti del rave di Cusago.
Un mese dal selvaggio sgombero notturno della festa da parte delle Forze dell’Ordine.
Un mese da quella dimostrazione di incompetenza nel gestire una situazione estremamente delicata.
Un mese dalla ferocia delle cariche, dei lacrimogeni lanciati in uno spazio chiuso e delle manganellate gratuite.
Non dimentichiamo che, a causa del panico scatenato dall’intervento dei celerini, nella calca una ragazza cadde finendo in coma.
Il fragore mediatico si è spento.
Le persone però non hanno dimenticato e continuano a parlarne ed a riunirsi per valutare delle strategie di risposta a quella notte di follia.

Qul mese di Ottobre è stato un mese particolare per l’ordine pubblico a Milano.
Si è assistito alle cariche contro un corteo studentesco la cui unica colpa era la volontà di finire sotto la Regione per denunciare il malcostume della Giunta Formigoni.
Si è assistito alle manganellate ed ai pugni in faccia distribuiti durante uno sgombero di un appartamento Aler a San Siro.
Si è assistio allo sgombero del Lambretta.
E…ciliegina sulla torta…si è assistito alla notte di Cusago.

Ad un mese dai fatti il centro sociale Zam vi invita a una serata dedicata alla cultura rave ed alle sue evoluzioni.
Col passare degli anni si è assistito ad un profondo mutamento negli illegal.
Se un tempo c’era molta collaborazione tra il mondo più “militant” e quello più “festaiolo” questa forza si è via via persa per strada.

Quell’alchimia però, ha arricchito tutti e la città di Milano ne è uscita sicuramente più viva.
L’esempio più importante di questa fervida contaminazione, è stata “l’invenzione” della MayDay Parade nel maggio del 2001, un’iniziativa che ha rinnovato la giornata del 1 Maggio facendo parlare del tema della precarietà e coinvolgendo centinaia di migliaia di persone che fino a quel momento mai avevano partecipato alla festa dei lavoratori.
Altri due esempi importanti sono stati le Street Pararde antiproibizioniste sparse per tutta Italia e l’occupazione del parco Sempione a Milano, per lottare contro le politiche di “tolleranza zero” della destra milanese, nell’ormai lontano 25 Aprile 1998.

In alcuni paesi come Francia ed Inghilterra i governi hanno prodotto una vera e propria legislazione d’emergenza contro i rave (un po’ come la legislazione anti-hooligans della Thatcher negli anni ’80).
In Italia la situazione è più variegata e sfaccettata.
Tutto è in mano alla Polizia che agisce in modo assolutamente arbitrario.
Di questo è di altro si parlerà a Zam Mercoledìm 28 Novembre alle ore 21.

“Rave…Cusago un mese dopo”
Proiezione del film “Il respiro del mostro” di Andrea Zambelli
a seguire chiacchierata/dibattito con:
ShockRaver
Il Teppa (Teppa Sound – Labotek)
Pietro Tkm (TeknoMotive)

 

Alcuni riferimenti Bibliografici/Video:

P. Apolito, Il Tramonto del Totem. Osservazioni per una etnografia delle feste, Milano,
Franco Angeli.

M. Augè, Non Luoghi. Introduzione a una antropologia della surmodernità , Milano, Elèuthera.

H. Bey, T.A.Z. Zone Temporaneamente autonome , Milano,Shake edizioni
Underground.

H. Bey, Via Radio, Saggi sull’immediatismo, Milano, Shake edizioni Undeground.

H.Bey, A ruota libera , Roma, Castelvecchi.

F. Macarone Palmieri, Free Party, Technoanomia per delinquenza giovanile, Meltemi Editore.

F. Bolelli, Starship. Viaggio nella cultura psichedelica , Roma, Castelvecchi.

F. Bagozzi, Generazione in ecstasy , Torino, Edizioni Gruppo Abele.

A. Dagnino, I nuovi nomadi . Pionieri della mutazione, culture evolutive, nuove
professioni , Roma, Castelvecchi.

A. Natella, S. Tinari, Rave Off, Roma, Castelvecchi

Luther Blisset, Totò, Peppino e la guerra psichica 2.0, Milano, Einaudi

ALTER8, Rave, TAZ, Manga, In Canevacci – De Angelis -Mazzi(a cura di), Culture del conflitto .
Giovani, Metropoli comunicazione, Genova, Costa & Nolan.

R. Callipari, Rave, fase terza: il crimine, il viaggio e la danza , in Canevacci-De Angelis-Mazzi (a
cura di), Culture del conflitto . Giovani, metropoli, comunicazione , Genova, Costa & Nolan.

M. Canevacci, La città polifonica , Roma, SEAM.

M. Canevacci, Sincretismi, Genova, Costa & Nolan.

M. Canevacci, Shopping mall, i nuovi contesti performativi del consumo, in Desideri – Ilardi (a cura
di) Attraversamenti . I nuovi territori dello spazio pubblico , Genova, Costa & Nolan.

M. Canevacci, Culture extreme. Mutazioni Giovanili tra i corpi della metropoli , Roma, Meltemi.

M. Canevacci – R. De Angelis – F. Mazzi (a cura di), Culture del conflitto. Giovani, Metropoli
comunicazione , Genova, Costa & Nolan.

T. Colombiè, Technomades : la piste électronique, Paris, Editions Stock.

Alcuni riferimenti video:

Reportage Tracks – Spiral Tribe “Paint it Black” – 2012

New Age Travellers documentary – 2006 –

Rave – Ballando un altro ritmo (Rave – Dancing to a Different Beat) regia di Shabba Doo – 1994

Groove – regia di Greg Harrison – 2000

We had a Dream – regia di Heretik System – 2010

World Traveller Adventures – Mission To India (Sound Conspiracy)

Il Respiro del Mostro – regia di Andrea Zambelli – 2011

Free Tekno – regia di Gunnar Hauth – 2011

Tag:

Una replica a “RAVE…CUSAGO UN MESE DOPO”

  1. Dea ha detto:

    varrebbe la pena presentà sto reportage… che ricordi: http://www.minimaetmoralia.it/wp/rave-me-tender-il-teknival-in-10-discipline/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.