Minacce e insulti razzisti alla squadra di calcio di migranti

Da questa mattina il Sant’Ambroeus, la prima squadra afromilanese a esordire in FIGC, è diventata bersaglio di insulti razzisti e minacce di morte. La classica situazione in cui si sono ritrovate diverse ONG negli ultimi anni. A far partire tutto un articolo di Milano Today che promuoveva la loro campagna di crowdfunding.

Riprendiamo il loro comunicato:

GRAVI INSULTI RAZZISTI CONTRO I NOSTRI ATLETI

In tempi passati forse non avremmo dato retta a tutto ciò, avremmo pensato probabilmente qualcosa del tipo: “sono i soliti frustrati che insultano da dietro uno schermo, rispondergli è una perdita di tempo”. Quello a cui però abbiamo assistito negli ultimi anni ci fa pensare che non sia giusto rimanere in silenzio. Avevamo già visto pagine di associazioni e ONG prese di mira dai famosi razzisti della porta accanto, con commenti in grado di far rabbrividire anche gli stomaci più forti. Non avevamo calcolato però che un giorno nel mirino di queste persone saremmo potuti finire anche noi, con la nostra piccola associazione, con un progetto radicato principalmente sul territorio. Da questa mattina sulla pagina di MilanoToday siamo stati bersagliati dai soliti insulti di matrice razzista. Da i più classici “tornate al vostro paese”, fino ai più lugubri “fate una squadra di pallanuoto” o “non sapete fare neanche i bagnini”. Gli ultimi in particolare con riferimento alle decine di migliaia di persone che negli ultimi 20 anni hanno perso la vita sulla frontiera più letale del mondo: il mar Mediterraneo. Prima di tutto ci teniamo a ringraziarvi, ci ricordate quanto sia fondamentale portare avanti un progetto come questo in un momento in cui l’Italia è piena di gente come voi. I nostri atleti non sono dei “bighelloni”, la maggior parte lavora e si fa “un mazzo tanto”. Detto questo noi non dobbiamo giustificarci o provare proprio a nulla rispetto alla vita privata di chi gioca nella nostra squadra. Specie a chi passa le proprie giornate a sputare bile sui social. Molti dei nostri atleti hanno appena compiuto 18 anni o sono ancora minorenni, siete proprio delle persone dall’ altissima caratura morale ad augurargli la morte per annegamento in mare.

Grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto

Qui il link del nostro crowdfunding per sostenere il nostro progetto alla faccia loro:
https://www.produzionidalbasso.com/project/st-ambroeus-fc/

Qui il Link di Milano Today:
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2258863167473748&id=113272742032812

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.