Tutti assolti al processo per il Primo Maggio 2017

4 imputati del Caab Barona assolti.

Quando uno dice Primo Maggio si pensa subito al Primo Maggio NoExpo del 2015…

Soprattutto se si pensa agli strascichi repressivi con la consueta accusa di devastazione e saccheggio e le misure cautelari annesse.

Nel caso di cui stiamo parlando però il processo riguardava sì un Primo Maggio, ma quello di due anni dopo.

Per chi si ricorda quella giornata un corteo di alcune centinaia di coraggiose e coraggiosi era sfilato sotto un diluvio inclemente e con un freddo invernale da piazza XXIV Maggio a piazzale Lodi.

La mattinata era invece iniziata con una serie di azioni nei centri commerciali che da anni ci hanno ormai abituato alla regolare compressione dei diritti e dei salari dei lavoratori.

Nel pomeriggio, durante il corteo, in piazza Sant’Eustorgio c’era stata una piccola azione simbolica tesa a denunciare lo stato di degrado dell’edilizia popolare della fascia sud di Milano e quindi Stadera, Barona e Gratosoglio.

#Mayday2017! Corso di Porta Ticinese, Video Azione per il diritto alla casa!"Prima ti lasciamo a casa, poi senza…".

Gepostet von Milano InMovimento am Montag, 1. Mai 2017

Per quella azione la Digos aveva denunciato quattro persone (tra cui un redattore di MiM) per in fantasmagorici reati di travisamento e imbrattamento.

Evidente l’intento politico di colpire il Caab non tanto per il valore penale dell’azione in sé, ma per il peso della lotta per il diritto alla casa portata avanti in Barona e non solo.

Di oggi la notizia delle assoluzioni che non può che rallegrarci.

Non si tratta della prima assoluzione ottenuta quest’anno a Milano da militanti portati in aula di tribunale per vicende di tenue entità.

Un articolo di Amargi

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.