Diritto alla Casa, 2 cortei a Milano in 2 settimane

casa-dirittoLa lotta per la casa non s’arresta. 23 e 30 novembre due cortei diversi attraverseranno la città di Milano.

Il primo è lanciato dal mondo dei sindacati confederali, il secondo da Asia e Abitare nella crisi.

Sabato 30 novembre nel corteo regionale che è poi la continuazione territoriale del percorso che ha portato diverse decine di migliaia di persone a Roma il 19 ottobre sarà vissuto e attraversato anche dalla lotta contro il grande evento Expo 2015.

Vi riportiamo di seguito gli appelli delle due manifestazioni

 

Sabato 23:

GIUNTA PISAPIA: SULLA CASA È TUTTO DA RIFARE!

 

Venerdì 22 novembre in Piazza San Fedele
“LA NOTTE IN BIANCO DEGLI SFRATTATI”
PRESIDIO CON PERNOTTAMENTO IN TENDA
dalle ore 17.00 alla mattina del giorno dopo.
Musica dalle ore 21.00 alle ore 23.00.

 

Poi tutti alla

MANIFESTAZIONE CITTADINA PER IL DIRITTO ALLA CASA

Sabato 23 novembre ore 14.30

Il prossimo 23 novembre alle ore 14.30 i Sindacati Confederali e degli Inquilini di Milano hanno indetto una Manifestazione Cittadina per il diritto alla casa e sulle politiche abitative locali, con partenza alle ore 14.30 in Piazza Cadorna e arrivo in Piazza della Scala, davanti al Palazzo del Comune, previsto intorno alle ore 16.00-16.30.

La manifestazione sarà preceduta da un PRESIDIO CON PERNOTTAMENTO IN TENDA denominato “La notte in bianco degli sfrattati” che inizierà alle ore 17.00 di venerdì 22 novembre e si concluderà nella mattinata di sabato.

Dalle ore 21.00 fino alle ore 23.00 è previsto un intrattenimento con il gruppo musicale “Riky Anelli and the good samaritans”.

Nei giorni scorsi il Sindacato ha distribuito materiale divulgativo all’interno dei quartieri popolari e in tutti i punti nevralgici della Città di Milano, nonché da un Appello rivolto alla cittadinanza, alle associazioni e alle forze politiche e istituzionali, sottoscritto innanzitutto dai Segretari Generali delle organizzazioni sindacali promotrici.

La raccolta delle firme a sostegno dell’Appello proseguirà oltre il 23 novembre.

CGIL – CISL – UIL

SUNIA – SICET – UNIAT

UN. INQUILINI CONIA

 

Sabato 30:

La #sollevazione parte dai territori:

#30N manifestazione regionale a Milano

UNA SOLA GRANDE OPERA CASA E REDDITO

 

La #sollevazione è un’attitudine quotidiana: picchetti antisfratto e occupazioni per riappropriarsi del diritto alla casa, assemblee di centinaia di persone che lottano per il diritto all’abitare, comunità resistenti che si organizzano per affrontare la crisi attraverso pratiche solidali, comitati che combattono le speculazioni e la devastazione dei territori… la #sollevazione è questo e molto altro, si diffonde tra le lotte e contagia metropoli. Il #19O a Roma le decine di migliaia corpi che hanno invaso le strade hanno dimostrato che tante e tanti costruiscono ogni giorno la #sollevazione nei territori: le famiglie meticce che reintegrano pezzi di reddito occupando la casa e dando vita a comunità solidali, le giovani generazioni che si riprendono saperi e spazi, dal book sharing pirata all’occupazione di mense e studentati, i migranti con le lotte del settore della logistica e quelle per la cittadinanza e il diritto di asilo, i precari e i disoccupati… Sabato #30Novembre costruiamo un corteo regionale a Milano che riproponga in chiave Lombarda il tema “Una sola grande opera: casa e reddito per tutti”. Questo perchè rispetto al tema dell’abitare gran parte delle politiche e dei finanziamenti passano dall’amministrazione regionale: il blocco degli sfratti da privato, la gestione generalmente catastrofica di Aler, l’orientamento dei fondi statali ed europei, dipendono tutti dalla Regione. Per non parlare della Legge regionale 27, che regolamenta complessivamente tutte le politiche abitative. Nonostante l’insufficienza di queste, grossi capitali vengono investiti nelle grandi opere inutili, o meglio utili solo alla speculazione: Expo e le sue vie d’acqua che proprio in queste settimane hanno privato i cittadini di uno dei parchi più grandi della città (il Parco di Trenno), le infrastrutture come BeBreMi e TEM che produrranno solo un aumento dell’uso dell’auto e ulteriori devastazioni del territorio, così come altre decine di esempi che potremmo elencare. Forti del percorso che in questi anni ci ha portato a tessere e consolidare una rete aperta di città lombarde in lotta per il diritto alla città e all’abitare, attraverso l’esperienza di Abitare Nella Crisi e fino alla partenza comune dei pullman per la manifestazione del #19O, invitamo le realtà che ne sentono il bisogno a partecipare alla costruzione di questa manifestazione, nello spirito con cui ci si è mossi per la #sollevazione.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.