Fascisti assassini a Firenze, da labout.org

Nell’Italia del governo delle banche di Mario Monti ,della manovra anticrisi che va a colpire i soliti ,precari studenti e operai assistiamo a un escalation di episodi razzisti. Il caso del finto stupro nel quartiere le Vallette di Torino che ha portato all’incendio del campo rom da parte dei residenti guidati dai neofascisti della curva della juventus e il duplice omicidio di due cittadini senegalesi a Firenze , vanno nella stessa direzione: in un paese in cui hanno governato lega Nord e Pdl fino a poche settimane fa , c’è una parte sostanziosa di popolazione che cova sentimenti razzisti e xenofobi. questi partiti insieme a certi organi di informazione hanno appoggiato cavalcato il sentimento di paura verso i migranti, usandoli come capo espriatorio della crisi: è colpa lora se non c’è lavoro, è colpa loro se c’è delinquenza è colpa loro se non si arriva alla fine del mese. Sicuramente in queste ore si provera a ricondurre l’episodio di firenze al gesto di un pazzo, che non c’entra niente con il razzismo e la xenofobia la realtà è un altra: Il killer è un militante assiduo di casapound in Toscana , che ha presenziato a tutte le udienze del processo che si è tenuto a Pistoia e che ha visto imputati numerosi camerati per il scontri avvenuti dopo l’irruzione degli antifascisti nella sede di Casapound .questo episodio deve far riflettere anche sulla pericolisità dei servili camerati di Casapound , cresciuti all’ombra del PDL e foraggiati dagli stessi, pensando anche all’arresto la settimana scorsa a roma del noto appartenente al Blocco Studentesco Alberto Palladino per aver aggredito di notte alcuni militanti del Pd.Quello che è successo a Firenze e a Torino non sono episodi isolati ma sono il frutto di un sistema che tollera e foraggia fascismo e razzismo. Casapound nonostante provi a ripulirsi a darsi un volto nuovo è sempre il solito manipolo di fascisti e come tali vanno trattati.

(tratto da www.labout.org)

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.