Contro i confini della fortezza Europa – diretta dal Brennero

brennero

Chiudiamo la diretta. Il cobrennero finenfine che oggi hanno varcato gli attivisti diventerà molto caldo nei prossimi tempi, perchè con la chiusura delle rotte balcaniche l’Italia tornerà ad essere il punto d’ingresso verso il Nord Europa. Oggi si segna un punto importante, tanto più in un momento in cui il movimento non brilla per potenza e iniziativa. Abbiamo dimostrato che l’Italia non è solo razzismo e ignoranza, che la cultura dell’accoglienza ha piena cittadinanza nel nostro Paese. Fra l’Europa che sceglie di chiudere i confini e dare soldi al dittatore Erdogan e le persone che fuggono da guerre e miseria noi sappiamo con chi stare. Stay tuned, ci troverete ancora dalla parte giusta.

—-

Il corteo ritorna verso l’Italia. Più di un migliaio di persone ha varcato il confine e segnato un punto di solidarietà, per dire a tutti che sono i confini a essere illegali e non le persone.

Ora la situazione è tranquilla. La scritta che resta sull’asfalto, larga tutta la carreggiata è “Rifugiati benvenuti in Europa” con una freccia che indica la direzione verso l’Austria e alcuni salvagenti lasciati a terra a ricordare la tragedia dei migranti che muoiono in mare e la situazione del campo di Idomeni, dove tantissimi uomini, donne e bambini sono accampati in condizioni drammatiche ai confini di un’Europa che si ostina a restare chiusa nella propria disumanità.

Il video delle cariche

Dopo le cariche, davanti ai cordoni di polizia austriaca si compone la scritta Refugees Welcome.

Polizia in assetto antisommossa, con caschi, scudi, manganelli e spray urticanti.

Uso massiccio di spray urticanti e manganellate. La polizia austriaca carica pesantemente il corteo. Ci sono attivisti feriti. Siamo in attesa di aggiornamenti dal Brennero. Un attivista ferito alla testa sanguina copiosamente. Alcuni ustionati dallo spray.

Ora il corteo si è ricompattato e avanza verso le forze dell’ordine che vogliono bloccarlo.

Il corteo raggiunge il blocco e mentre le forze dell’ordine si concentrano tutte in un punto alcuni attivisti si riversano sulle rotaie con le tende piazzate ora davanti a un treno che è stato bloccato

Il corteo è stato bloccato dalle forze dell’ordine austriache. Attendiamo aggiornamenti a breve.

Gli attivisti costruiscono un cimitero virtuale con i cartelli che ribadiscono che i confini vanno aperti e nessun uomo è illegale

Varcato il confine!
Adesso sul lato austriaco della frontiera c’è scritto WELCOME!

Il corteo è partito e si muove lentamente verso il confine. Oltre un migliaio di persone da Italia, Austria e Germania per violare i confini e rivendicare il diritto delle persone ad attraversarli.

Ecco la prima gallery di foto

Seguiamo in diretta gli attivisti che oggi sono al Brennero per violare il confine italo-austriaco e garantire la libera circolazione delle persone. Sono tanti e tante, in una manifestazione popolare, che sta per partire dalla stazione dei treni del Brennero per arrivare in Austria, senza chiedere autorizzazioni e rifiutando qualsiasi dispositivo di controllo individuale e collettivo, perché quel confine non ha alcuna legittimità.

L’Europa che vogliamo costruire non prevede né muri né barriere, e solo la resistenza di corpi mobili e desideranti può demolire le passioni tristi dell’odio razziale e degli egoismi nazionalisti.

Tag:

Una replica a “Contro i confini della fortezza Europa – diretta dal Brennero”

  1. […] investire tutte le nostre forze per chiedere un’alternativa allo stato di cose presente. Quello del Brennero è stato un primo passaggio significativo in questo senso. Altro passaggio interessante potrebbe essere il Primo Maggio che potrebbe fare da […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *