Gaza under attack_ aggiornamenti ultime ore di conflitto

Il portavoce medico di Gaza Adham Abu Salmiya ha aggiornato i numeri dall’inizio del conflitto sino ad oggi: 270 feriti da mercoledì, di questi oltre 250 sono civili, il numero dei morti è salito a 30; inoltre, in serata, 5 persone, tra cui un bambino e un soccorritore, sono state ferite dalla caduta di un missile lanciato da Israele contro Tel al-Hawah. Nell’attacco è anche stata danneggiata una sede della Mezzaluna palestinese.

L’esercito israeliano ha inviato sms ai palestinesi residenti a Gaza per informarli “dell’avvio della seconda fase dell’operazione militare e avvertirli di stare lontano da sedi e membri di Hamas“; le navi da guerra israeliane appostate lungo la costa hanno invece aperto il fuoco contro le zone settentrionali della Striscia di Gaza verso le undici di questa sera.

Le fonti riportano di  scontri nella Città Vecchia di Gerusalemme tra palestinesi e forze militari israeliane, ci sarebbero stati tre arresti tra i palestinesi e otto feriti dai proiettili di gomma; secondo Al Quds News, verso le undici di questa sera le forze militari sono entrate nel campo profughi di Jenin e si sono avvertiti massicci e pesanti colpi di fuoco.

Le Nazioni Unite in una nota  hanno espresso oggi  “preoccupazione per il numero di bambini uccisi nei bombardamenti israeliani contro Gaza durante i quali almeno 60 i minori sono stati feriti.”

Cinquanta i civili israeliani feriti dai razzi lanciati da Hamas e 3 i morti.

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha fatto richiesta al presidente della Lega Araba, Nabil El Arabi, di visitare la Striscia di Gaza domani o dopodomani e  in giornata le fazioni politiche palestinesi si sono riunite  a Gaza per la seconda volta da mercoledì per chiedere all’OLP di organizzare un meeting.

Sempre  oggi scambio di vedute durante una telefonata  tra la Clinton e Re Abdullah di Giordania concretizzatosi in uno scambio di richieste reciproche : Re Abdullah ha chiesto maggiori sforzi da parte della comunità internazionale per fermare l’escalation di violenza e la Clinton a sua volta ha richiesto alla Giordania di massimizzare la pressione su Gaza perché cessi gli attacchi.

E infine, sempre notizia di oggi, ma arrivata in tarda serata, il Ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman, ha fatto riferimento ad un’operazione via di terra, il cui obiettivo non sarebbe quello di “rovesciare Hamas”, ma  ha dichiarato “Stiamo prendendo in considerazione un’operazione di terra, ma decidere sulla caduta di Hamas penso che sia compito del prossimo governo”, alla faccia dell’autodeterminazione dei popoli e del riconoscimento dell’autorità palestinese.

Unica nota positiva : Anonymous ha attaccato il sito del partito israeliano Kadima.

Gli hackers si sono firmati come anti-sionisti e hanno postato sul sito una canzone in arabo ed un video delle truppe israeliane che scappano e piangono durante un lancio di missili dalla Striscia di Gaza. Dopo l’attacco, il sito è stato oscurato per riparazioni.

Stay human

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.