ZAM – Via Olgiati a 4 anni dallo sgombero “urgentissimo”: degrado e abbandono!

18816601_10154624891697338_849071370_n
image-48858

Fa male. Non possiamo negarlo.

Fa male vedere lo stato di completo abbandono in cui versa quello che era stato il centro sociale ZAM di Via Olgiati 12 a quattro anni dal suo sgombero avvenuto il 22 Maggio 2013.

Uno stato di degrado forse peggiore di quello trovato dagli attivisti che lo occuparono nell’ormai lontano 29 Gennaio 2011.

Nel Maggio 2013 lo sgombero veniva definito urgentissimo…

A quattro anni dai fatti abbiamo visto quanto fosse urgente!

Guardioni privati messi a difesa del nulla.

Fa male dicevamo. Fa veramente male ripensare a uno spazio sociale che era stato capace di mettere insieme le intelligenze di tante generazioni differenti.

Intelligenze declinate in mille modi diversi, tutti positivi: chi organizzava concerti, chi presentazioni di libri, chi corsi di teatro, chi mostre fotografiche, chi festival cinematografici indipendenti, chi mille attività di sport popolare, chi raccoglieva aiuti per i terremotati dell’Emilia nel 2012, chi metteva in piedi un hip hop lab, chi costruiva una palestra d’arrampicata, chi organizzava le giornate aperte per il quartiere, chi metteva in rete gli studenti delle scuole di Milano Sud…chi…chi…chi… L’elenco potrebbe continuare a lungo e qualcosa ce lo dimenticheremmo sicuramente.

Fa male vedere l’incapacità di Milano di mettere a valore gli spazi sociali autogestiti, da 40 anni vissuti come problema di ordine pubblico o…al massimo…di decoro.

Il 6 Giugno si aprirà il processo contro 9 attivisti per i fatti relativi allo sgombero del 22 Maggio 2013. ZAM, che continua a esistere, vivere e fare politica, ha lanciato un presidio alle 9 davanti al Tribunale.

Queste le foto della desolante situazione in Via Olgiati 12, quartiere Barona, scattate in questi giorni:

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *