#30A || CORTEO STUDENTESCO INTERNAZIONALE NO EXPO – INTERNATIONAL STUDENT DEMONSTRATION AGAINST EXPO

noexpoBenvenuti Signore e Signori alla fiera internazionale di Expo 2015, nutrire il pianeta energie per la vita. Il grande evento che devasta la nostra città e che si presenta come passerella per consolidare e intensificare i meccanismi di precarizzazione della vita e del mondo del lavoro, costringendo la nostra generazione a un non-futuro.

Per noi opporsi a Expo significa opporsi a un modello socio-economico di sfruttamento sia della natura che dell’uomo, che fonda le proprie basi sul profitto di pochi a spese di tutti. Expo 2015 è una vetrina della nostra società e di tutte le contraddizioni che si porta dietro, dove sfruttatori e speculatori si venderanno al pubblico come promotori di modelli di sviluppo sostenibile e dove noi saremo ridotti al solo ruolo di spettatori inermi, senza alcuna possibilità di prender parola e di manifestarne il dissenso.

La nostra generazione è la più colpita dal grande evento e, in un contesto in cui siamo costretti a vivere con il 47% di disoccupazione giovanile, proprio a noi, viene chiesto di lavorare gratis e di regalare la nostra forza-lavoro a Expo 2015 e al malaffare mafioso che lo gestisce. Ma, oltre al lavoro gratuito, gli studenti sono costretti a subire un’altra grande offesa: la trasfigurazione che le nostre città in questi anni stanno subendo. Il disegno di chi gestisce la città è chiaro: accelerare e incentivare a Milano il modello di città simbolo del neoliberismo e del capitalismo finanziario globale. Tutte le piazze e i luoghi di socialità della città vengono pensati in funzione del profitto: i parchi recintati, le strade riempite di telecamere, tutte le forme di auto-determinazione non compatibili con il sistema represse. In tale contesto la nostra generazione viene a trovarsi senza prospettive nè sogni.

Expo 2015 dovrà essere un’occasione per i movimenti di intrecciare le lotte capovolgendo la vetrina a nostro vantaggio, usandola come facciata dei problemi reali che ci circondano e che costituiscono il nostro presente.

Pertanto invitiamo il 30 Aprile tutti gli studenti e tutte le studentesse che nel proprio futuro non vorranno limitarsi a obbedire senza farsi domande, ma cercare di costruire una società migliore in grado di farci sviluppare il nostro potenziale umano che abbia come obbiettivo quello di distruggere la miseria, l’ingiustizia e l’oppressione. Per noi la data del 30 Aprile è una data fondamentale che si inserirà nei 3 giorni di mobilitazione NoExpo dove tutti gli studenti e le studentesse, i collettivi e le realtà politiche nazionali ed internazionali porteranno le proprie esperienze di lotta rivendicando la possibilità di un mondo diverso e di una vita degna di essere vissuta.

Le città sono di chi le vive! Lo dimostreremo tutti i giorni rompendo la loro routine scandita dai ritmi del business , rivendicando la nostra alternativa. Lo dimostreremo Giovedì 30 Aprile, Venerdì 1 Maggio e Sabato 2 Maggio scendendo per le strade di Milano.

Contro Expo per una società migliore!

STUDENTI CONTRO EXPO

—–

30 APRIL – INTERNATIONAL CALL

APRIL 30th – INTERNATIONAL CALL

Ladies and Gentlemen, welcome to the international fair of Expo 2015 – “feeding the planet, energy for life” – the big event that will devastate our city and that will allow the government to consolidate and intensify the precarisation of life and work, leaving our generation with no future.

For us, opposing Expo means fighting against a socio-economic model that aims at exploiting both nature and mankind, providing profit for a few at the expense of us all. Expo 2015 will be a showcase of our society and of all the contradictions that go with it, where exploiters and speculators present themselves to the public as promoters of sustainable-development models and where we will be reduced to the role of passive spectators, with no chance to express our opinions and our dissent.

Our generation will be most affected by Expo 2015. With unemployment among the younger population at 47%, the administrators of Expo are asking young people to work for free and to donate their labor to the big fair and to the mafia that manages it behind the scenes. Italian students must not only suffer the insult of being asked to work for free, but also endure the transfiguration that our city will undergo in the process.

The idea of those who manage the city is clear: to transform Milan into the symbolic city of neoliberalism and of global financial capitalism. All public spaces where people can interact with one another are going to be reconceived from the profit angle: parks will be enclosed, cameras will be put up everywhere and any form of independent activity not compatible with the system will be repressed. In this situation, our generation finds itself with neither prospects nor dreams.

Expo 2015 must be an occasion for the political movement to link up the various social struggles, converting the Expo showcase to our advantage and using it to show everyone the real problems that affect our society and that constitute our present time.

Therefore, on the April 30th we would like to invite to Milan each and every student who questions orders, thinks critically and will actively try to build a better society. A society in which everyone can develop their human potential and that aims to destroy misery, injustice and oppression.

For us, April 30th will be an extremely important date, which will be part of the three-day NoExpo mobilization in Milan. During these three days every student, person, collective, national and international political group will contribute the experience of their struggles, in order to assert that a different world and a life worth living are possible.

The cities belong to those who inhabit them! We will affirm and demonstrate this every day, disrupting their profit-based routines and showing them our real and concrete alternative. We will affirm and demonstrate this on April 30th and on the 1st and 2nd of May on the streets of Milan.

In order to build this major student mobilization, we would like to invite all student associations, initiatives and groups at the urban, national and international level to a public assembly that will take place in Milan on Saturday, April 11th.

Against Expo for a better society!

STUDENTI CONTRO EXPO – STUDENTS AGAINST EXPO

Tag:

2 risposte a “#30A || CORTEO STUDENTESCO INTERNAZIONALE NO EXPO – INTERNATIONAL STUDENT DEMONSTRATION AGAINST EXPO”

  1. […] passeggiata si è conclusa in piazza Cairoli rilanciando il grande corteo nazionale No Expo del 30 Aprile che partirà il giorno prima dell’apertura di Expo proprio da quella […]

  2. […] L’11 Aprile durante l’occupazione temporanea dell’ex istituto Rizzoli di Milano si è tenuta un’assemblea nazionale studentesca per condividere e confrontare le analisi sul modello socio-economico imposto da Expo e organizzare la mobilitazione del 30 Aprile. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.