Corteo studentesco contro i governi dell’austerity! Partecipazione vs crisi e chi la gestisce!

scudi
image-17460
In un’Italia in cui i tassi di disoccupazione giovanile sono alle stelle, in cui il sistema scolastico e formativo pubblico è lasciato all’abbandono da più di quindici anni, in cui la parola “giovani” è un tema sempre evocato ma mai affrontato, aldilà dello sterile mercato elettorale, abbiamo deciso di scendere in piazza a Milano il 1° marzo. Veniamo da intensi mesi di mobilitazione nelle scuole e nelle università, mesi di autogestioni, occupazioni, assemblee e cortei. Non vogliamo fermarci, il nostro presente e futuro non è un qualcosa che vogliamo demandare o delegare a nessuno.

Non ci interessa una campagna elettorale nazionale in cui l’unico tema è quanto attenersi alla “Agenda Monti” e alle direttive della governance finanziaria europea. Questo ha significato e significherà solo e soltanto ridimensionamento di diritti sociali fondamentali, il ritenere il welfare una spesa inutile e dannosa: in una parola austerity! Ci interessa mettere al centro l’opposizione a tutto questo più che lo sterile dibattito della politica ufficiale, in cui i programmi elettorali sembrano contemplare unicamente la prosecuzione delle devastanti politiche sociali messe in atto durante questa crisi. Sicuramente non è in chi ha gestito malamente il paese in questi anni che riponiamo le nostre speranze per un futuro diverso: abbiamo delle idee molto chiare su ciò che vogliamo e non ci faremo circuire da chi governa a colpi di “tagli a destra e a manca” e in nome dei poteri forti, dalle banche alle varie lobby di potere presenti nel paese a tutti i livelli dell’ amministrazione nazionale e locale (in Lombardia ne sappiamo qualcosa, visti gli scandali vergognosi che hanno investito il consiglio regionale egemonizzato da Pdl e Lega, con alle spalle la sempre presente Comunione e Liberazione!). Continueremo quindi a lottare, a produrre conflitto e a creare movimento contro la mancanza totale di prospettive e futuro per noi studenti, per una società che si fondi sui diritti e su reali processi democratici che tengano conto dei bisogni e delle necessità di tutti e non solo di quelli di pochi privilegiati.

Negli anni della crisi permanente solo i movimenti hanno provato a rispondere e ad opporsi alla catastrofe sociale ed economica che ormai viviamo dal 2008. Così com’è avvenuto in diversi luoghi a livello globale (dal Cile agli Stati Uniti, dalla Spagna alla Grecia), anche in Italia le persone sono scese più volte nelle piazze di questo paese dimostrando il forte desiderio di invertire una rotta che sembra precipitarci, passo dopo passo, in una condizione sempre più grave. Per invertire questa rotta l’unica strada, ancora una volta, è prendere parola attivamente attraverso la partecipazione, senza demandare ad altri che tutto hanno a cuore tranne che un serio cambiamento della realtà attuale. E’ alimentando spazi di democrazia, momenti di conflitto ampio e partecipato che possiamo contribuire a modificare l’oggi e il domani, consci che la posta in gioco è altissima e che gli ostacoli continueranno ad essere molti. Non è un caso che in questi giorni lo spazio sociale Lambretta, che per mesi è stato a Milano un indispensabile luogo di dibattito e organizzazione di mobilitazioni sul tema della formazione e dell’opposizione alla crisi, venga messo all’asta da parte dell’ Aler. Un ulteriore tentativo di tarpare le ali a qualsiasi dissenso proveniente dal basso e a qualunque spazio dove questo possa prodursi ed organizzarsi. Il 1°Marzo saremo in piazza anche per rispedire al mittente questo tentativo repressivo.

Il nostro futuro e i nostri spazi non sono in vendita né ora né mai!

Ripartiamo da noi stessi, non deleghiamo il nostro futuro!

1°MARZO, PIAZZA CAIROLI, ORE 9.30.

Studenti in Movimento

(Labout, Casc Lambrate, Rete Studenti Milano)

Coordinamento scuole cimiano (Natta, Caravaggio, Maxwel, Molinari)
Collettivo antagonista Donatelli
Kollettivo Indipendente Agnesi
Collettivo Autonomo Virgilio
Collettivo ombre rosse leonardo
Collettivo Hajech
Collettivo Politico Manzoni
Fronte democratico Vico
Collettivo Antagonista Volta
Fronte della gioventù comunista
Collettivo Berchet
Studenti del Falcone Corsico

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *