Fuoriclasse – Tre giornate di lotta e festa studentesca nel cuore della metropoli

Si è concluso ieri sera il Festival Studentesco Fuoriclasse e con esso anche l’occupazione dell’ex Cinema Nuovo Arti in via Mascagni 8.
Sono state tre giornate piene tanto faticose quanto appaganti, per noi come per chi ha attraversato questo spazio.

Siamo fierə di aver portato a termine un’azione politica come questa, dagli/lle studentə agli/lle studentə, in una città sempre più oppressiva, grigia e gentrificata dove la libera aggregazione non è possibile, perché anche lo svago e il divertimento devono essere privilegio di pochi, aver aperto uno spazio alternativo significa mettere in discussione il modello di vita che ci è imposto quotidianamente, votato unicamente al profitto, che noi rigettiamo.

Abbiamo parlato di scuola e di repressione perché non bisogna dimenticare mai come in questo paese gli/le studentə non solo siano sempre dimenticatə e non consideratə, obbligatə ad andare in una scuola repressiva e pericolosa, ma sono anche repressə nel momento in cui alzano la testa e rivendicano con forza idee e soluzioni per migliorare la loro condizione.

Aver aperto questo spazio abbandonato e aver organizzato questo Festival è stato aprire una valvola di sfogo su quello che studenti e studentesse provano ogni giorno, non ci sono spazi, non c’è interesse nei nostri confronti, non c’è una scuola che funzioni né tantomeno una considerazione o un appoggio dalle istituzioni; facendo questa cosa abbiamo voluto dimostrare molto chiaramente che studenti e studentesse possono riprendersi spazi, momenti e idee che appartengono loro e che questo è solo l’inizio.

ABBIAMO INIZIATO PER NON FERMARCI!

Rete Studentə Milano

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.