Milano – Studenti vs. Salvini secondo atto

Gigantografie contro il Ministro della Paura.

Dopo che un paio di settimana fa gli studenti hanno evidenziato l’ipocrisia della campagna del Ministro dell’Interno contro la “droga nelle scuole”, una campagna fatta di sola repressione che purtroppo però, come i recenti tragici fatti di cronaca dimostrano non va al cuore del problema ovvero combattere con formazione e consapevolezza il ritorno tra i più giovani di un mostro che speravamo sconfitto tra fine anni ’80 e primi ’90 ovvero l’eroina (per non parlare del crack) questa notte nuova tappa in vista del corteo studentesco del 16 novembre.

Qui il comunicato della Rete Studenti Milano:

Questa notte sono apparse per la città, per mano di Rete Studenti Milano, alcune gigantografie raffiguranti in modo piuttosto particolare il Ministro degli Interni Matteo Salvini; nella prima immagine, aggredito da uno studente con in mano un libro, metafora della doverosa lotta all’ignoranza, ormai diventata la migliore alleata del vicepremier e utilizzata dallo stesso come strumento per fomentare l’odio e colpire i cittadini alla pancia, e nella seconda rappresentato come un topo di fogna, a sottolineare le fin troppo evidenti analogie con i neofascisti (ad esempio, Casapound), dai quali riceve un forte supporto.
Ad accompagnare le grafiche l’invito alla partecipazione al corteo studentesco del 16 Novembre: “Studenti contro il governo” lo slogan, ore 9.30 in piazza Cairoli l’appuntamento.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.