Progetto Dillinger: solidarietà con gli studenti romani

1798751_430245177109896_1487003232_nLe lotte non si processano.

Solidarietà agli studenti e alle studentesse di Roma.

Oggi 19 Febbraio ha inizio il processo nei confronti di 12 studenti/studentesse che il 24 Novembre 2010, nel pieno delle mobilitazioni contro la vergognosa riforma Gelmini, tentarono di oltrepassare le porte del Senato della Repubblica, uno di quei palazzi del potere in cui si stava consumando la definitiva dismissione della formazione pubblica nel nostro paese.

Per aver cercato di difendere con determinazione un diritto di tutti, quello di avere un’ università e un sapere accessibili, liberi e di qualità, oggi si trovano ad essere processati con capi di imputazione fuori da qualsiasi logica: “attentato contro gli organi costituzionali”.

La gravità dell’accusa è sotto gli occhi di tutti.

Ancora una volta in questo paese la mannaia della repressione si abbatte su chi lotta per difendere l’accesso a quei diritti inviolabili messi costantemente sotto attacco, soprattutto in questi anni di crisi. Ci teniamo quindi a ribadire con forza che quel giorno, davanti al Senato, c’eravamo tutti e tutte e che ci sentiamo complici e solidali con chi ha portato la rabbia di una intera generazione davanti a uno dei luoghi in cui vengono prese delle decisioni che pregiudicano il presente e il futuro di milioni di persone.

“Il #24N10 non eravamo in 12, #ceravamotutti. Solidali da Milano con i/le compagn* di Roma.”

Dillinger

Tag:

Una replica a “Progetto Dillinger: solidarietà con gli studenti romani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *