erdogan

Erdogan ri-perde Istanbul

24 Giu , 2019 - INTERNAZIONALE, MEDIO ORIENTE

Erdogan ri-perde Istanbul

Ekrem Imamoglu, dell’opposizione repubblicana kemalista, è il nuovo sindaco di Istanbul distanziando il suo avversario dell’AKP, il partito di Erdogan, di 700.000 voti. Pochi forse lo sanno, ma la scalata al potere assoluto in Turchia da parte di Erdogan iniziò proprio il giorno in cui Silvio Berlusconi trionfava per la prima volta nelle elezioni politiche […]

Il raìs sa già dove reagire: a Rojava

8 Apr , 2019 - IN EVIDENZA, INTERNAZIONALE, MEDIO ORIENTE

Il raìs sa già dove reagire: a Rojava

Turchia post-voto. Erdogan resiste nell’Anatolia profonda, ma cede nelle grandi città. La risposta è dietro l’angolo: una nuova operazione contro i curdi. Quella che anche il rivale Chp appoggerebbe. La reazione del leader turco Erdogan alla sconfitta di Ankara e Istanbul non si farà attendere. O’ Sarracino si sente tradito. Lui è smanioso ma anche […]

Contributo sulla situazione in Siria di Luisi Caria

29 Dic , 2018 - MEDIO ORIENTE

Contributo sulla situazione in Siria di Luisi Caria

I conflitti fra le potenze imperialiste per la spartizione del mondo, delle risorse e dei mercati generano spesso dei vuoti di potere; e le rivoluzioni moderne hanno quasi sempre cercato di approfittarne, non escludendo persino forme di collaborazione strumentale con alcune potenze imperialiste. Tutto ciò è assolutamente in linea con la teoria e la pratica […]

20 dicembre ore 18,30 presidio contro i bombardamenti in Kurdistan @ Palazzo delle Stelline

17 Dic , 2018 - IN EVIDENZA, PRIMO PIANO

20 dicembre ore 18,30 presidio contro i bombardamenti in Kurdistan @ Palazzo delle Stelline

L’undici dicembre a Strasburgo si compie l’ennesima strage per mano di un fondamentalista islamico autoctono e muoiono diverse persone, al momento sono cinque. L’Europa si sveglia spaventata, nel terrore, le principali testate giornalistiche finalmente riconoscono il ruolo principale del popolo curdo nella lotta al terrorismo. Il 14 dicembre lo stato turco per ordine del dittatore […]

Cosa succede nel Nord della Siria e nel Kurdistan iracheno. Dalle minacce di invasione dell’esercito turco alla liberazione di Hajin, ex roccaforte dello Stato Islamico

14 Dic , 2018 - MEDIO ORIENTE

Cosa succede nel Nord della Siria e nel Kurdistan iracheno. Dalle minacce di invasione dell’esercito turco alla liberazione di Hajin, ex roccaforte dello Stato Islamico

Ieri le SDF, Forze Democratiche Siriane, hanno annunciato la liberazione della città di Hajin, ultima roccaforte dell’ormai ex Stato Islamico. La bandiera delle SDF è stata innalzata nel centro della città, il 90% della cittadina è ormai libero e i miliziani dell’ISIS arretrano verso Sud. Dopo mesi di dura battaglia, iniziata l’11 Settembre, lo Stato […]

La Turchia ha minacciato di invadere di nuovo il Rojava!

13 Dic , 2018 - IN EVIDENZA, MEDIO ORIENTE

La Turchia ha minacciato di invadere di nuovo il Rojava!

L’amministrazione democratica autonoma della Siria settentrionale e orientale condanna le minacce di Erdogan e invita la comunità internazionale ad agire nella seguente dichiarazione: “A nome del Consiglio esecutivo della DAA della Siria settentrionale e orientale, condanniamo le dichiarazioni ostili e le minacce contro le nostre regioni. Dall’inizio della crisi siriana, Erdogan ha cercato di tagliare […]

Erdogan, il presidente di tutto

27 Giu , 2018 - INTERNAZIONALE, MEDIO ORIENTE

Erdogan, il presidente di tutto

Nella sera di domenica , dopo la chiusura delle urne e con l’inizio del conteggio delle schede, sembrava di assistere allo spoglio del referendum dello scorso anno.  Le agenzie governative come Anadolou diffondevano velocemente ai media nazionali e mainstream dati relativi a una vittoria schiacciante di Erdoğan e a una disfatta delle opposizioni, che contemporaneamente […]

Turchia – Demirtas, leader dell’HDP, riesce a far sentire la sua voce dal carcere con una telefonata

8 Giu , 2018 - INTERNAZIONALE, MEDIO ORIENTE

Turchia – Demirtas, leader dell’HDP, riesce a far sentire la sua voce dal carcere con una telefonata

Da 20 mesi non era possibile sentire la voce di Selahattin Demirtaş, l’amatissimo leader del partito di sinistra libertaria filocurda HDP. Da quando è stato rinchiuso nel carcere di massima sicurezza di Edirne con l’accusa di sostegno all’organizzazione curda armata PKK. Si definisce un prigioniero politico in questo anomalo primo discorso di un’altrettanto anomala campagna […]