Aggressione fascista al campo rom di via Dione Cassio

foto romSaluti romani, slogan fascisti, effigi del duce sugli abiti e soprattutto una sassaiola contro il campo rom di viale Ungheria/via Dione Cassio.

È questo il triste spettacolo a cui gli abitanti del campo e alcuni volontari che operano nei campi hanno dovuto assistere questa sera in seguito alla convocazione di un corteo da parte di gruppi di estrema destra. Il bilancio, ad ora, è di un ferito, che è stato trasportato verso un vicino ospedale in ambulanza.

Secondo quanto riferisce a MilanoInMovimento Stefano Nutini (Gruppo sostegno Forlanini) “I manifestanti erano circa un’ottantina, tra cui molti giovani”. E denuncia: “La gestione della vicenda da parte delle forze dell’ordine è stata fortemente deficitaria: il corteo non era autorizzato, ma ha sfilato comunque e da via Salomone i manifestanti sono riusciti ad arrivare in prossimità del campo, dove hanno lanciato dei sassi”.

L’episodio violento di questa sera non è che l’ultimo di una lunga serie e arriva a pochi giorni da una manifestazione contro l’insediamento rom che era stata indetta da gruppi collaterali a Fiamma Tricolore lo scorso venerdì.

Il campo rom di via Dione Cassio, il cui sgombero è previsto entro aprile, è stato vittima di un attacco sempre da parte di gruppi neofascisti anche nella notte di sabato. “Ci sono stati dei caroselli – racconta sempre Nutini – le persone dalle macchine urlavano frasi minacciose e il culmine è stato raggiunto quando davanti al campo è stato abbandonato del materiale incendiario”.

Il gruppo di aggressori si è disperso e il campo è ora presidiato dalle forze dell’ordine.

A presto aggiornamenti con foto.

Tag:

Una replica a “Aggressione fascista al campo rom di via Dione Cassio”

  1. […] settimane fa raccontavamo delle pesanti aggressioni neofasciste al campo rom di via Dione Cassio a Milano. A seguito di quelle manifestazioni nessuna denuncia […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *