Deliverygate: le app alla resa dei conti

Nuovo terremoto nel mondo dei rider. Di oggi la notizia che campeggia sulle prime pagine dei giornali sulla maxi-inchiesta della Procura di Milano sulle piattaforme e sulle loro modalità di sfruttamento dei lavoratori. Mentre domani è prevista l’assemblea nazionale dei rider per rilanciare le lotte che hanno caratterizzato il settore negli ultimi mesi riprendiamo il comunicato di Deliverance Milano.

Notizia bomba oggi dalla Procura di Milano, a conferma di quanto abbiamo sempre sostenuto: noi rider siamo lavoratori subordinati.

Il Procuratore capo Francesco Greco parla apertamente di schiavismo, mentre le contestazioni per gravi casi di sfruttamento e di inadempienze riguardano tutte le principali piattaforme del delivery (Deliveroo, Glovo, Uber Eats e Just Eat Take Away).

733 milioni di euro di ammende per violazione di norme su salute e sicurezza, i datori di lavoro sotto indagine, verbali che impongono l’assunzione di decine di migliaia di lavoratori in tutta Italia.

Si tratta di un colpo pesantissimo alla narrazione delle piattaforme, al loro modello di business basato sulla falsa autonomia e l’abuso del lavoro occasionale, sulla negazione di qualsiasi diritto e l’infrazione di leggi e contratti.

Non c’è più tempo da perdere: assunzioni e diritti subito, basta con precarietà e sfruttamento!

Deliverance Milano
RiderXiDiritti

DELIVERYGATE: THE ACCOUNTING APPS

Bombshell news today from the Procura di Milano, confirming what we have always maintained: we riders are subordinate workers.

The chief Prosecutor Francesco Greco speaks openly about schiavism, while the disputes for serious cases of exploitation and non-compliance concern all the main delivery platforms (Deliveroo, Glovo, Uber Eats and Just Eat Take Away).

733 million euros in fines for violating health and safety regulations, employers under investigation, reports that require the hiring of tens of thousands of workers throughout Italy.

This is a very heavy blow to the platform narrative, to their business model based on false autonomy and the abuse of occasional work, on the denial of any right and the infringement of laws and contracts.
There is no more time to waste: hiring and rights immediately, enough with precariousness and exploitation!

Rights4Riders
UnitedWeStand

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.