Gaza/Milano FREEstyle Festival

Siamo contenti di potervi annunciare il Festival del Gaza FREEstyle a Milano!
Da molti anni lavoriamo nella Striscia di Gaza con laboratori di scambio culturale e lavori strutturali per permettere ai giovani e le giovani gazawi di avere un’area dove praticare liberamente sport e creare momenti di svago nonostante la costante sensazione di assedio lungo tutta la Striscia.
La Striscia di Gaza è di fatto una prigione a cielo aperto i cui confini terrestri e lo spazio aereo sono controllati militarmente da israele. Le frontiere, aperte a singhiozzo, pongono la popolazione in uno stato costante di assedio, non soltanto militare ma anche economico e mentale. Risulta difficile per la popolazione pensare a un futuro degno, e quello che abbiamo provato a fare è stato migliorare il presente con l’aiuto dello sport, più precisamente con lo skate. La privazione di libertà all’interno della Striscia non si limita soltanto a quella nei confini fisici, ma anche nell’espressione dei corpi tenuti a freno, limitati e controllati. Qui abbiamo voluto inserirci, e in cinque anni abbiamo costruito uno skatepark nei pressi del porto di Gaza City, un’area freestyle dove abbiamo lavorato per diverse carovane fianco a fianco con diversi fratelli gazawi. Abbiamo visto trasformare scenari di macerie in veri e propri palcoscenici in cui mettere in scena la propria arte, e in questa cornice ci sembra molto importante cogliere lo stimolo che ci viene direttamente dalla popolazione che vive in quei luoghi, contribuendo quanto più possibile e trasmettendo qua le emozioni da noi provate. Non abbiamo usato unicamente lo sport come strumento di scambio culturale ma anche la musica, il writing e i laboratori di confronto e dibattito con le donne su tematiche di genere.

MA COME RACCONTARVI AL MEGLIO GAZA?
L’intenzione è una: tornare a parlare di palestina e raccogliere fondi per tornare a continuare il nostro lavoro a Gaza.
In collaborazione con Assopace Palestina, Vento di Terra ONG e Centro Italiano Di Scambio Culturale-VIK Vogliamo portare a Milano il lavoro svolto di là, parleremo di Gaza organizzando due giorni di dibattiti, mostre fotografiche, spettacoli di teatro e cene palestinesi; vi mostreremo cosa per noi vuol dire usare il freestyle come strumento di lotta contro le ingiustizie organizzando una jam di skate, e dando la possibilità a chi volesse di donarcene uno da portare con noi alla prossima Carovana a Gaza in programma a dicembre. Ci saranno tornei di calcio, di pallavolo e altro.
Dedicheremo un murales a persone che oggi ispirano il nostro cammino. A Vittorio Arrigoni e a Orso Tekoser Orsetti, due persone che hanno perso la vita lottando per la liberazione di un popolo.
Chiunque voglia partecipare attivamente a una di queste attività può contattarci direttamente sulla pagina Fb.

Ci vediamo quindi il 14 e il 15 giugno con Gaza nel cuore

IL PROGRAMMA
Venerdì 14 giugno @ LAMBRETTA (via edolo 10)

H. 18.00 dibattito “FEMMINISMO E RESISTENZE”
Confronto tra Palestina, Kurdistan, Afghanistan e Sud America.
Intervengono: Luisa Morgantini (Presidente Assopace Palestina), Eddi (Compattente YPJ), Anna Camposampiero (Responsabile Esteri PRC, esperta di sud america), Cisda (Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane), Meri Calvelli (Presidente Centro Vittorio Arrigoni a Gaza City) in collaborazione con De Gener Azione
H.20.30 Cena Palestinese con hummus, falefel e verdura

Sabato 15 giugno @ Parco Lambro (area skate)

H.16.00 Jam di skate + tornei organizzati da Armata Pirata 161 e CSA Baraonda + murales per Orso e Vik + Jam Hip Hop
H.19.00 premiazioni
H. 21.30 “Monologhi di Gaza” , spettacolo a cura di Vento di Terra ONG
h. 22.00 ARTISTI PER GAZA

Seguiteci per le info sugli artisti e gli aggiornamenti

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.