Ripristinata la lapide del partigiano Luigi Cristini

Giovedì 4 luglio, ore 18,30, posa di una nuova corona di fiori.

E’ purtroppo lunga la lista di lapidi dedicate ai tantissimi partigiani e partigiane caduti nella lotta contro nazisti e fascisti a Milano e sfregiate di notte da mani ignote e vigliacche.

Ma è altrettanto lunga la lista delle reazioni immediate e alla luce del sole di fronte a tanta miseria umana.

Di tre settimane fa è la reazione di Dergano al rogo dei fiori dedicati ai caduti partigiani e della Guerra di Spagna in via Ciaia.

DERGANO REAGISCEIl quartiere reagisce all'ennesimo gesto vile di questi mesi cupi. Mani vigliacche hanno dato fuoco alla corona di fiori che sormontava la lapide dei caduti partigiani e della Guerra di Spagna in via Ciaia. Il gesto, a quanto pare, è stato compiuto nel tardo pomeriggio. Dergano-Bovisa, come altri quartieri periferici di Milano hanno una lunga e sanguinosa storia legata alla Resistenza con decine di lapidi.Il gesto infame di ieri è solo uno dei tanti degli ultimi mesi come le scritte naziste al Parini e al Verri e altre nefandezze.Dal basso, c'è sempre stata una risposta.Questa volta la lapide non è stata ripulita perchè l' ANPI ha chiesto una presa in carico da parte del Comune. Per quanto riguarda il fronte delle indagini…la Polizia è troppo impegnata a rimuovere pericolosissimi striscioni…

Gepostet von Milano InMovimento am Montag, 10. Juni 2019

A fine Maggio era stata invece bruciata in via Monte Cengio la lapide dedicata al partigiano Luigi Cristini.

Il monumento è stato ripristinato a opera di RAM-Restauro Arte Memoria e giovedì ci si ritroverà davanti alla sezione ANPI di via Rogoredo 39 per poi portare una corona di fiori al combattente per la libertà.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *