Si moltiplica la solidarietà a Milano Sud

Da circa un mese la seconda ondata dell’epidemia imperversa in Italia. La Lombardia e in particolar modo Milano sono ancora una volta l’epicentro della crisi.

Nei mesi di crisi poco è stato fatto.

Questo sia dal punto di vista medico (mancanza di un sistema di tracciamento di massa e gratuito, della strutturazione di una valida assistenza territoriale, di nuove assunzioni di medici e infermieri e della prevalenza del pubblico sul privato), che dal punto di vista socio-economico con fasce di popolazione già stremate dal lockdown promaverali ora gettate nella disperazione dalle nuove misure di contenimento.

Per questo sono ripartite con una marcia in più le iniziative delle Brigate Volontarie per l’Emergenza.

Negli scorsi giorni abbiamo raccontato il lavoro della Lena-Modotti e della Franca Rame. Oggi riportiamo i campi di intervento della solidarietà popolare Milano Sud rilanciando l’appello di ZAM e GTA.

In questi mesi non abbiamo mai smesso di sostenere la nostra comunità con tutte le nostre forze.
Ora l’aggravarsi della crisi ci impone di riattivare una serie di vecchi e nuovi servizi così da incrementare la raccolta di beni di prima necessità per far fronte all’esponenziale aumento delle richieste d’aiuto.
La comunità territoriale si stringe a supporto di chi è in enorme difficoltà!
-Colletta alimentare
-Negozio solidale
-Cesta solidale condominiale
-Raccolta mobili ed elettrodomestici
Queste alcune delle attività di recupero e redistribuzione, supportaci come puoi/vuoi!
Per info scrivi a questa pagina oppure a solidarietapopolaremisud@gmail.com

Tutto questo in collaborazione con Gta Gratosoglio autogestita e all’interno della rete cittadina Brigate Volontarie per l’Emergenza.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.