SOY In Corteo! un allegra parata per le strade di Baggio

21761360_1170673256367536_1299766339056397491_n

Anche quest’anno Agosto è stato un mese in cui gli sgomberi si sono abbattuti su tanti spazi sociali. Da Milano a Roma passando per Bologna ritroviamo gli stessi infami metodi con cui, approfittando dello svuotamento delle città, comuni e polizia trovano terreno fertile per chiudere spazi di socialità e aggregazione nati dal basso, dove l’autogestione e la collettività permettono la realizzazione di progetti e attività che riempiono i vuoti creati dalle istituzioni. E dove si è riusciti ad organizzare una forma di protesta, cercando di difendere gli spazi, non sono mancate le solite manganellate e una grossa repressione, che come al solito rimangono l’unica forma di dialogo conosciuta dalle autorità in nome di una legalità dalla quale sempre di più ci allontaniamo.

I rastrellamenti in centrale a Milano, il filo spinato che ora circonda Lume, le botte al sit-in davanti al Làbas a Bologna, le scene surreali arrivate dallo sgombero dei migranti in Piazza Indipendenza a Roma, sono l’esempio lampante di una politica che non riesce a dare risposte alle tante esigenze primarie della gente.

Ma a questa repressione è giusto reagire. E, come diciamo da sempre, il miglior modo per farlo è continuare a vivere le strade dei nostri quartieri e delle nostre città. La risposta arrivata da Bologna, con un bellissimo e numeroso corteo, non permette repliche: la gente sa da che parte stare. E così saremo presenti all’assedio culturale lanciato da Lume per questo sabato a Palazzo Marino, sosterremo Fornace nel suo percorso intrapreso a difesa del proprio spazio sotto sgombero e saremo sempre a fianco di qualunque realtà sotto attacco.

Anche il Soy Mendel il 10 Agosto ha ricevuto l’annunciata visita di 5 camionette di sbirri in antisommossa, una trentina di Digos, svariate macchine della municipale a chiudere la via, a completare uno dispiegamento utile a sgomberare uno spazio che al momento dell’arrivo dello squadrone della morte era vuoto. Lo spazio ora è assegnato alla società Alcione, i murales che coloravano i muri non esistono più, gli orti sono già stati spianati, alcune squadre non hanno più un campo in cui allenarsi e giocare gratuitamente.

Il terzo spazio sgomberato a Baggio in poco più di tre anni.

Da quel momento ci siamo rimessi in moto portando le nostre attività fuori dalle quattro mura di Via Fratelli Zoia. E anche noi del Soy Mendel abbiamo deciso che la miglior risposta allo sgombero sia un corteo che attraverserà le strade del nostro quartiere.

VENERDI 29 SETTEMBRE DALLE ORE 19.00 SOY IN CORTEO! 

IL CONCENTRAMENTO SARA’ NEL CAMPETTO DI BASKET DI FRONTE ALL’ULTIMO SOY MENDEL (all’altezza di via Fratelli Zoia 212) DA DOVE PARTIREMO CON UN COLORATO, FESTANTE E DANZERECCIO CORTEO CHE ATTRAVERSERA’ LE NOSTRE STRADE PASSANDO PER QUEI LUOGHI CHE HANNO VISTO PRIMA NASCERE E POI CRESCERE IL NOSTRO COLLETTIVO FACENDOLO DIVENTARE SEMPRE DI PIU’ UNA BELLA E SANA REALTA’ DEL QUARTIERE E DELLA CITTA’.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI E COLORATI (portate bandiere a sostegno delle lotte che abbiamo sempre sostenuto in questi anni) con la solita voglia di stare insieme e di divertirsi che sembra dare tanto fastidio, in particolare a chi amministra il nostro municipio.

ORGOGLIOSAMENTE ANTIFASCISTI

Le compagne e i compagni di Soy Mendel

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.