Pretendi reddito di quarantena!

Ieri (10 marzo) si è svolta la prima assemblea virtuale indetta dalla Cdnl – Camera del Non lavoro di Milano, che ha visto la presenza di molti lavoratori del sommerso di tutta Italia: precari di vario tipo, educatori, lavoratori dello spettacolo, partite IVA, riders di diverse città che si stanno mobilitando per pretendere il #redditodiquarantena.

Da Bari a Padova, da Roma a Napoli, Bologna, Torino, Como… si è discusso online per dare vita ad un comitato che rivendichi diritto al reddito, in questo momento di emergenza sanitaria.
Insieme, si è deciso di riprogrammare un secondo appuntamento nazionale per dare vita ad azioni e nuove modalità di lotta, facendo pressione alle istituzioni:

• Lunedì 16 marzo alle ore 18 •
sempre su una piattaforma telematica.

Posteremo al più presto indicazioni precise, così che sempre più persone e realtà possano unirsi alla strutturazione della lotta.
Al momento si sta lavorando per ampliare il comitato e la pagina di facebook che verrà amministrata orizzontalmente dalle diverse realtà di precari AUTORGANIZZATI.
Presto posteremo sulla pagina grafiche con rivendicazioni chiare. Aiutateci a fare girare!

#redditodiquarantena ora!

Tag:

Una replica a “Pretendi reddito di quarantena!”

  1. LUCIANO LUCA ha detto:

    Ci vogliono chiudere i locali, ci vogliono in casa a cucinare e a badare ai figli che ora, oltre a dover stare in casa a studiare( come se fosse facile tenere a casa adolescenti che anche gli insegnanti tengono a fatica e che quando suona la campana del fine scuola si comportano come i colleghi di Fantozzi alle 5 del pomeriggio) non possono nemmeno andare in un parco cittadino, perché il Sindaco di Milano( per ora solo lui) ha pensato di chiudere i cancelli del parco e chiudere fuori cani, nonni e nonne, badanti baby sitter, genitori e persino i tossici che ora potranno avvicinare meglio le loro future prede!!! Ma però i nostri pargoli potranno svagarsi in un bel supermercato e correre tra gli scaffali mantenendo comunque un metro tra loro e i loro amichetti!!!! Ora basta!! hanno rovinato la nostra generazione, facciamo di tutto perché quella dei nostri figli non debba maledire la nostra pavidità e la nostra generazione di 45/50 enni!!! Insegniamo loro che per cambiare questo mondo si deve lottare tutti insieme e lo si deve fare organizzandosi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *