Baggio – Soy Mendel è tornato!

14639646_898573563609908_9078524233616012891_nNella giornata di sabato 8 Ottobre Soy Mendel ha ripreso vita a Baggio occupando un nuovo spazio in quartiere dopo più di un anno dallo sgombero di Via Don Gervasini. Viene dunque confermata l’importanza dell’investimento sul quartiere e sul territorio.
In mattinata è stato infatti occupato il campo comunale di Via Fratelli Zoia 181. La reazione del Comune non si è fatta attendere. L’amministrazione sostiene di aver già sporto denuncia alla Polizia Locale, di auspicare l’abbandono dello spazio da parte degli occupanti. In caso contrario “sarà necessario portare all’attenzione delle autorità competenti la richiesta di procedere a liberare l’immobile”. Insomma…nulla di nuovo sul fronte milanese…
Soy Mendel nasce nell’Ottobre 2014 con l’occupazione di uno spazio in Via Cancano, a pochi passi dal Parco delle Cave e nel cuore della lotta NoCanal che in quei mesi si opponeva in modo vincente a uno dei tanti progetti di speculazione previsti da Expo 2015, quello delle Vie d’Acqua. Dopo lo sgombero abbastanza inaspettato del Marzo 2015 e un corteo di quartiere, Mendel aveva ripreso casa in Via Don Gervasini, sempre a Baggio. Lo stabile era di proprietà di MM, la società scelta dal Comune per gestire il suo patrimonio di edilizia popolare. Lo sgombero era arrivato in Estate inoltrata. Sabato la nuova occupazione.
—-
Ecco il comunicato di Soy Mendel:
“Di Baggio siamo e a Baggio restiamo”
Soy Mendel vi aspetta in via Fratelli Zoja 181!
Lo avevamo detto dopo essere stati sgomberati dal primo spazio, un bene comune del quartiere che era risorto a nuova vita grazie al nostro contributo e a quello di moltissimi abitanti. E a Baggio siamo rimasti, nonostante gli sgomberi, nonostante la repressione gratuita e balorda, la devastazione – portata a termine con piccone alla mano dalle cosiddette forze dell’ordine – delle sedi di Soy Mendel in via Don Gervasini, che proprio a seguito della nostra occupazione è stata finalmente assegnata e in via Cancano, oggi abbandonata ai topi, all’immondizia e al degrado.
Se da lassù vedono nei nostri quartieri dei grigi e spogli dormitori della città vetrina, lussuosa e presentabile del dopo-Expo, noi non ci stiamo e le chiacchiere stanno a zero! Siamo rimasti per portare avanti progetti e iniziative che nascano dal basso, dalla semplice necessità di conoscersi, che siano proposte aperte ai cittadini, in cui la cultura e l’aggregazione possano essere davvero accessibili a tutti.
Progetti come la resistenza cittadina allo scempio ambientale e allo spreco di fondi pubblici delle vie d’acqua all’interno del parco di Trenno. progetti come “Kick the borders”, il torneo di calcio organizzato da Soy Mendel lo scorso sabato che ha unito intorno alla passione per lo sport, giovani, meno giovani, migranti e non, tutti accomunati dal desiderio di vivere il nostro quartiere al di fuori delle solite logiche di costrizione, consumo e profitto.
Siamo rimasti perché vogliamo continuare a essere un valore aggiunto per Baggio, un luogo in cui la socialità passi attraverso la condivisione e la partecipazione, cercando di rispondere alle reali esigenze di chi abita il quartiere e lottando contro chi, geloso della sua poltrona, continua a speculare alla spalle degli abitanti ignorando le loro vere esigenze e taglia fuori dagli appuntamenti del quartiere quelle associazioni, che come noi, hanno denunciato la carenza di spazi pubblici a disposizione della comunità.
Per questo abbiamo occupato il campo comunale di via Fratelli Zoja, uno dei tanti, troppi immobili di proprietà pubblica a Milano abbandonati e vuoti. Intendiamo restituirlo al nostro quartiere come uno spazio aggregativo per sport, antifascismo e cultura. A questo scopo invitiamo tutti gli abitanti che ci hanno seguito e sostenuto per due anni a visitare il nuovo Soy Mendel. La nostra speranza e obiettivo sarà quella di restaurare e gestire insieme a loro questo Bene Comune.
Soy Mendel vi aspetta in via Fratelli Zoja 181!
Siamo in ballo, siamo in ballo adesso Non spegni il sole se gli spari addosso
Le compagne e i compagni di Soy Mendel

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.