Milano – Storie di ordinario fascismo – Corteo alle 20,30 in Porta Genova

Aggressione di branco contro uno studente e tensione crescente a Gratosoglio. Presidio alle 18 in Piazzale Abbiategrasso e corteo alle 20,30 da Porta Genova.

basta alle aggressioni fasciste(3)

Nel giorno in cui la Milano solidale e antirazzista si riuniva in Stazione Centrale, violenze fasciste si scatenavano in altri luoghi della metropoli.

Ecco l’appello:

Fuori i fascisti dalla nostra città. Basta aggressioni fasciste!
Nella giornata di ieri, Sabato 1 Aprile 2017, mentre centinaia antirazzisti e migranti partecipavano all’assemblea in Stazione Centrale nel tentativo di rendere la città che viviamo più umana e accogliente i fascisti sono tornati a farsi vivi con la solita modalità che li contraddistingue…
Nel pomeriggio, nel quartiere periferico di Gratosoglio, dopo che la sera precedente l’ennesima provocazione di Forza Nuova (spalleggiata dai fomentatori d’odio del programma “Quinta Colonna” di Mediaset) contro i migranti ospitati nella Casa Gialla era stata respinta al mittente grazie all’intervento degli antifascisti, si è riaccesa la tensione con un duro confronto tra una decina di attivisti dei centri sociali di zona 5 (Gta e Zam) e una squadraccia di forzanovisti armati di tuttopunto.
La giornata di ordinaria follia e odio però non si è purtroppo conclusa qui…
La sera stessa, verso le 22.30, un ragazzo di Rete Studenti Milano, che si stava recando tranquillamente in un locale situato sui Navigli è stato fermato da un branco di circa venticinque individui dichiaratisi di CasaPound (per la maggior parte adulti) che dopo averlo inseguito e spintonato l’hanno buttato nel Naviglio, bersagliandolo a bottigliate.
Quando questi episodi tornano alla ribalta sorgono spontanee alcune domane.
Cosa diranno tutti quelli che sostengono che nel 2017 il fascismo non esiste più?
Come si sentiranno tutti coloro che difendono a spada tratta il diritto di parola e la libertà d’espressione dei vari fomentatori d’odio: da Salvini a Forza Nuova passando per CasaPound. Una schiera di personaggi e formazioni politiche che…la libertà di espressione la vorrebbe allegramente sopprimere!
Siamo sicuri che, la loro reazione sarò quella di sempre: un avvilente e imbarazzato silenzio.
Per fortuna i ragazzi coinvolti non hanno riportato lesioni gravi! Tuttavia non possiamo sempre sperare nella buona sorte, dobbiamo organizzarci per dare risposte alla violenza neo-fascista ed allargare la mobilitazione a tutti quelli che, e sono tanti, credono in una Milano più solidale e partecipata dal basso.
Per questo invitiamo domani tutta la cittadinanza al presidio alle 18 in Piazzale Abbiategrasso e il successivo corteo serale che partirà da Porta Genova alle 20.30, per ribadire che non dev’esserci alcuno spazio nella nostra metropoli, medaglia d’oro per la Resistenza, per organizzazioni propugnatrici di fascismo, razzismo e quotidiana opera di sopraffazione dei più deboli e dei diversi.

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.