No Tav – Solidarietà agli arrestati

non_si-arrestaLa sera del 19 Luglio, come da programma del campeggio NOTAV, era prevista la passeggiata notturna verso il cantiere. Valsusini, compagne e compagne delle realtà sociali, i comitati di lotta territoriale e i solidali al movimento, sono giunti da tutta Italia.

L’ eterogeneità di questa battaglia e la sua trasversalità sono elementi determinanti per una lotta che da anni sta portando avanti giuste rivendicazioni quali la riappropriazione di reddito indiretto e non la sua rapina, il rispetto per l’ambiente, la salvaguardia dei beni comuni.

Il cantiere e’ il giusto obiettivo delle tante passeggiate perché è da lì che si parte con questo scempio, ed è esso stesso simbolo della speculazione, corruzione e collusione con le mafie che stanno alla base di questa grande opera chiamata Tav. Anche la Francia sta rinunciando all’alta velocità Torino – Lione in quanto non solo dannosa, ma INUTILE.

La risposta dello stato come da copione sono manganelli, lacrimogeni, denunce e carcere.

Durante la passeggiata notturna, sono 7 i compagni arrestati e 2 denunciati a piede libero. Fra questi due giovanissimi di Milano,Gabri e Mattia, debitamente malmenato prima di essere rilasciato, e una ragazza di Pisa, Marta, picchiata e molestata sessualmente durante il fermo…e avanti ancora, perchè alla violenza di stato non c’è limite.

Massima solidarietà agli arrestati e le arrestate del movimento No Tav

Siamo banditi e bandite, e continueremo a lottare per la libertà.

No Tav fino alla vittoria

Ennio, Luke, Matthias, Piero, Marcello, Gabriele e Alberto liberi

Liber* tutt*

Ambrosia

Casc Lambrate

Csoa Lambretta

MilanoInMovimento

Rete Studenti Milano

Z.A.M.

Tag:

Una replica a “No Tav – Solidarietà agli arrestati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *