Iniziato a Torino il processo a Lucio, Francesco e Graziano

compressore
image-36103
Si è svolta ieri la prima udienza del processo a Lucio, Francesco e Graziano (detenuti dal Luglio dello scorso anno) per l’azione al cantiere di Chiomonte della notte del 13 Maggio 2013.

Si tratta di un secondo processo relativo agli stessi fatti per cui sono già stati processati Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò.

Ricordiamo che per il fatti i quella notte la Procura di Torino aveva costruito un impianto accusatorio che comprendeva il reato di terrorismo. La Corte di Cassazione prima e successivamente la sentenza di primo grado hanno però assestato un duro colpo alle ipotesi dei pm torinesi.

La Cassazione, esprimendosi sulle misure cautelari aveva escluso la matrice terroristica dell’azione al cantiere. La sentenza di primo grado poi, si è espressa nello stesso modo condannando i 4 imputati solo per i reati specifici di cui erano accusati.

Il processo di ieri si è svolto a porte chiuse poiché gli imputati hanno scelto il rito abbreviato. Nutrita la presenza solidale fuori dal Palazzo di Giustizia. Francesco e Lucio hanno rilasciato dichiarazioni spontanee dello stesso tenore di quelle rilasciate dagli altri quattro imputati nel precedente processo. La prossima udienza è stata fissata per il 12 Maggio. La sentenza è invece prevista per il 27.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *