Roma: cariche e manganelli contro la rabbia di studenti e studentesse per la morte di Lorenzo

Sappiamo chi è Stato: Lorenzo vive“. Dietro a questo striscione centinaia di studenti e studentesse si sono dati appuntamento nel pomeriggio di domenica al Pantheon, a Roma, per chiedere giustizia per Lorenzo Parelli, lo studente friulano morto in azienda nell’ultimo giorno di stage per il PCTO, l’alternanza scuola-lavoro.

Nel corso della manifestazione la polizia ha attaccato con manganelli e cariche studenti e studentesse, che hanno comunque continuato a muoversi in direzione dei palazzi istituzionali provando a oltrepassare i blocchi della forze dell’ordine. Nonostante le pesanti cariche e alcuni feriti, la rabbia degli studenti non è scemata e un corteo spontaneo si è diretto al Miur, scortato dagli agenti. Le responsabilità sono chiare, “Ministro Bianchi devi prendere una posizione, perché di scuola non si può morire”.

L’intervista allo studente romano Simone, di Osa Roma, presente al corteo.

da Radio Onda d’Urto

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.