Comunicato stampa del gruppo organizzatore della Conferenza internazionale contro l’impoverimento causato dalla politica della Troika

Frankfurt am Main, 26 Febbraio 2012

I movimenti stanno pianificando le proteste di massa contro la politica europea che crea povertà:
in 400 per la Conferenza internazionale d’azione a Francoforte sul Meno.

400 attivisti provenienti da diversi paesi europei hanno concordato un’ agenda comune per le proteste a livello europeo contro le misure di austerità.

Il fulcro delle proteste avverrà nelle giornate di azione internazionale dal 17 al 19 Maggio a Francoforte.

Occupazione programmata degli impianti e delle strutture centrali a Francoforte, blocchi di massa della BCE e di altre banche il 18 Maggio nonché una grande dimostrazione europeo il 19 Maggio.

Questa la resistenza concordata e diretta principalmente contro le misure di austerità del governo
federale dettate dalla Troika, ossia dalla Banca centrale europea, dalla Commissione europea e dal Fondo Monetario Internazionale FMI in Grecia e in altri paesi.

“La grande affluenza alla Conferenza di azione, la dinamica di opposizione al Parlamento europeo e la povertà della politica stanno portando in Germania alla ferma volontà di lanciare un segno inequivocabile di solidarietà con l’Europa a livello di crisi, e quindi a livello delle proteste,” ha detto il gruppo preparatorio della Conferenza di azione, che poi afferma “Con un’ azione massiccia e decisiva ci sarà la protesta concentrata sul quartiere generale della BCE.”

Christopher Little interventista della sinistra dice: “La mattina del 18 maggio ci saranno migliaia di attivisti a bloccare il quartiere bancario di Francoforte. Nessun dipendente della banca delle banche otterrà il suo lavoro ..”

Alexis Passadakis Attac dichiara: “Il Patto Fiscale e la cosiddetta ESM soccorso sono elementi chiave della trasformazione autoritaria dell’Europa. In altre parole, l’impoverimento della politica e lo smantellamento della democrazia è quello di far assumere al governo federale il ruolo di forza trainante di questo processo, noi siamo la resistenza europea contro questi dettami e contro la volontà di rendere la Germania il baluardo di queste politiche. ”

Martin Behrsing, del Forum sulla disoccupazione in Germania: “Lo smantellamento
del welfare della Troika, l’esportazione di Hartz IV, con mezzi molto più brutali, tuttavia, deve essere sostenuta anche dalla solidarietà dei disoccupati.”

Thomas Occupare Francoforte: “E ‘importante che arrivi all’Europa un chiaro segno di ribellione, che le persone sostengano le azioni a Francoforte, anche con azioni decentrate”.

Paola Rudan, un attivista del gruppo Connessioni Precarie (SGP) Bologna:”I movimenti sociali in Italia, stanno conquistando potere, quello che è successo qui a Francoforte, le nostre lotte contro la precarietà possono essere effettuate non solo a livello nazionale, siamo in un processo globale della democrazia e il blocco della BCE è politicamente importante per noi perché siamo il legame tra la crisi finanziaria e gli attacchi contro le condizioni di vita e di lavoro in tutta Europa.

http://www.european-resistance.org/~~V

Per informazioni e interviste:

* Alexis Passadakis, Attac, Tel. (0170) 268 4445
* Martin Behrsing, disoccupati Forum Germania, tel 0160 – 9927 8357
* Christopher KLein, IL, telefono 0172 – 900 6161
* Thomas, Occupare FFM, thomas.occupy @ yahoo.de
* Paola Rudan, connessioni precarie, Bologna, 0039 328 951 0427

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.