Don’t be choosy: difendi il Lambretta! Comunicato di solidarietà- Esc, Anomalia Sapienza, Point Break

Siamo complici e solidali con gli studenti e gli occupanti del Lambretta di Milano. Questa mattina sono avvenuti dei fatti molto gravi: decine di poliziotti in tenuta antisommossa hanno invaso il quartiere per sgomberare il Lambretta, uno sgombero annunciato da settimane e fortemente voluto dagli assessori in odore di ‘ndrangheta dell’amministrazione regionale lombarda, uno sgombero che è innanzitutto un vile attacco.

Un vile attacco nei confronti di chi agli spazi abbandonati nel quartiere preferisce la riqualificazione praticata da chi quel quartiere lo vive e vuole strapparlo alla rendita, alla speculazione, al degrado, alle mafie, costruendo spazi  alternativi, nuove pratiche di cittadinanza, riappropriazione della ricchezza negata. A chi offre alternative concrete alla mancanza di case e spazi di socialità, alla corruzione mafiosa di chi quello sgombero lo agisce.
Non siate choosy (schizzinosi) ha detto, poche ore prima che lo sgombero diventasse esecutivo,  il ministro Fornero ai giovani italiani. Si riferisce alla necessità di accettare senza essere schizzinosi le (poche) offerte di lavoro disponibili, ovviamente in nero, o precario o al massimo sottopagato. Sarebbe dunque choosy  chi non si adatta alle case inaccessibili con affitti da 500 euro a stanza, alle scuole che cadono a pezzi, all’assenza di prospettive, alle università dequalificate, alla vita misera che tecnici e i banchieri vorrebbero riservarci!

Tra poche settimane in tutta Europa vi saranno scioperi generali contro le politiche di austerity imposte dalla Troika, e mentre intere generazioni si rifiutano di pagare la crisi del capitalismo sappiamo che la partita è troppo grande perché i tecnici delle banche possano pensare di chiuderla con un manipolo di poliziotti davanti ad un’occupazione. Per questo sappiamo che il Lambretta non ha paura, per questo siamo al fianco di chi resiste sapendo che uno sgombero non può fermarci, e proprio per non essere “choosy” difendiamo il Lambretta!

Sosteniamo chi sul tetto del Lambretta e nelle strade di Milano continua la mobilitazione per difendere i diritti e la libertà di costruirsi una vita degna, complici e solidali perché sappiamo da che parte stare: contro chi ruba ai poveri per dare ai ricchi, e si autonomina legittimo esponente tecnico di governo, e assieme a chi ha la dignità di sfidare la violenza del potere con tutto il desiderio di libertà possibile!


Esc – atelier autogestito, Anomalia Sapienza – UniCommon Roma, Point Break – studentato occupato

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.